Cerca

Verona

Poliziotto si spara al seggio davanti alla fidanzata

Poliziotto si spara al seggio davanti alla fidanzata

Un agente della polizia ferroviaria, in servizio in un seggio elettorale a Verona, si è sparato un colpo di pistola alla testa. L'uomo è stato trasportato in gravissime condizioni in ospedale. 

E' accaduto alle scuole Giuliari intorno alle 23,30 quando dal cortile esterno, riporta larena.it, si è sentito un colpo sordo: "Sembrava il rumore di qualcosa di metallico che cadeva", racconta una testimone, "poi ho capito cos'era successo". L'uomo, un poliziotto di 44 anni, è stato subito trasportato in ospedale ma per lui non ci sono molte speranze. L'agente si sarebbe sparato davanti alla sua compagna dopo l'ennesima lite. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco53

    01 Giugno 2015 - 13:01

    Ora tutti i comunisti che vogliono togliere le armi agli italiani, per farli rapinare e ammazzare meglio dai delinquenti rom ecc, cominceranno anche a dire che bisogna disarmare i carabinieri e la polizia. Così gli unici a possedere armi in Italia saranno gli zingari e i delinquenti dell'est, attendendo naturalmente l'ISIS.

    Report

    Rispondi

blog