Cerca

La sentenza

Milano, assolto edicolante che aveva preso a calci un bassotto

Milano, assolto edicolante che aveva preso a calci un bassotto

Il Tribunale di Milano ha assolto l'edicolante che aveva preso a calci un bassotto che aveva urinato l'espositore della sua edicola. Era finito a processo per il reato di maltrattamento di animali. Il giudice del Tribunale di Milano ha applicato le nuove norme sulla non punibilità per la "particolare tenuità del fatto" che sono state introdotte lo scorso marzo. I fatti risalgono al 2011 quando, l'edicolante milanese va su tutte le furie perché il cagnolino aveva urinato davanti all'espositore dei giornali.  Secondo i referti del veterinario i calci avevano provocato  dolori "lungo tutta la colonna vertebrale e un evidente stato di shoc". Secondo il giudice Marco Tremolada, l'imputato non può essere dichiarato non "non punibile per particolare tenuità del fatto", perché "ha  posto in essere una condotta lesiva nei confronti del cane della persona offesa (che ha sporto denuncia, ndr), ma non ha utilizzato nè armi o altri strumenti di particolare lesività, nè modalità tali da far ritenere che la condotta sia stata espressione di un gesto gratuità". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • adelesecchi

    01 Giugno 2015 - 16:04

    io il calcio l'avrei dato al padrone che sapendo che stai uscendo per i bisognini devi stare attento a non danneggiare gli altri, avevo un bar con tappeto dei tavolini regolarmente dovevo lavare con candeggina e dopo il primo veniva un secondo e i padroni dei cani sapevano benissimo che non c'è prodotto che tolga l'odore di urina . Alcuni facevano i loro bisognini giù dal marciapiede. Rispetto!

    Report

    Rispondi

  • etano

    01 Giugno 2015 - 14:02

    L'edicolante fornisce di giornali e riviste ai membri della giunta di sinistravolti che sono al potere a Milano il cui capobanda è il compagno di merende al concime Pisapìa. Nessun giudice si sarebbe azzardato a condannarlo ma esiste sempre la possibilità che per un accidentale colpo d'aria gli venga demolita di colpo l'edicola con lui dentro.

    Report

    Rispondi

blog