Cerca

Mondo di mezzo

Mafia Capitale, Carminati & C a giudizio immediato: il processo a novembre

Il blitz di oggi del Ros su mandato della procura di Roma che ha portato a 44 nuovi arresti e a 21 indagati, è il secondo capitolo dell’inchiesta ’Mondo di mezzo' che proprio lunedì ha ottenuto il via libera per il processo. La Procura di Roma ha ottenuto dal gip il via libera al giudizio immediato per 34 persone, di fatto il gotha degli indagati nella maxinchiesta sulla Mafia di Roma. Si inizierà il prossimo 5 novembre davanti ai giudici della decima sezione collegiale.
Il tribunale capitolino è chiamato, quindi, a processare tutti i massimi esponenti del clan a cominciare da Massimo Carminati, ex militante della formazione di estrema destra dei Nar, ritenuto da chi indaga a capo del sodalizio che era riuscito a mettere le mani su appalti milionari e a ramificare le sue influenze nelle stanze del Campidoglio durante la gestione di Gianni Alemanno, finito anch’egli nel dicembre scorso nel registro degli indagati.
A 18 dei 34 imputati viene contestato l’articolo 416 bis del codice penale, e in particolare, "di aver fatto parte - si legge nel capo di imputazione - di un’associazione di stampo mafioso operante a Roma e nel Lazio, che si avvale della forza di intimidazione derivante dal vincolo associativo e dell’omertà che ne deriva per commettere delitti di estorsione, usura, riciclaggio, corruzione di pubblici ufficiali e per acquisire in modo diretto o indiretto la gestione e il controllo di attività economiche, concessioni, autorizzazioni, appalti e servizi pubblici".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog