Cerca

Un nuovo tassello

Ragazzo morto in gita, trovate tracce di Dna sotto le unghie di Domenico Maurantonio: segno di una colluttazione?

Ragazzo morto in gita, trovate tracce di Dna sotto le unghie di Domenico Maurantonio: segno di una colluttazione?

Una svolta nelle indagini sulla morte di Domenico Maurantonio, lo studente 19enne caduto dal quinto piano di un hotel milanese? Sotto le unghie del ragazzo, infatti, è stato trovato del dna. Questo è ciò che emerge dai risultati, ancora parziali, delle analisi genetiche effettuate sul corpo del giovane. Anche se fonti vicine agli investigatori hanno precisato che la quantità trovata è poca e che servirà ancora qualche giorno perché venga analizzata, il dna potrebbe indicare che prima di cadere c’è stata una colluttazione con una seconda (misteriosa) persona. Queste, però, rimangono ancora ipotesi: le tracce trovate potrebbero non avere nulla a che fare con la morte del ragazzo. Gli ulteriori esami scientifici in programma, infatti, serviranno a chiarire la natura del dna ed eventualmente a inserire questa traccia in un’indagine che presenta ancora molti punti oscuri.

L'ipotesi dei compagni - I compagni di classe e di stanza di Domenico, da parte loro, hanno sempre negato ogni coinvolgimento nella sua morte. In un'intervista di qualche giorno fa, avevano avanzato anche una teoria che fino a quel momento non era mai circolata: "L'unica ipotesi che abbiamo fatto - avevano spiegato - è che Domenico possa aver avuto un problema neurologico e che in stato confusionale abbia scambiato la porta d'uscita della camera con quella del bagno che era di fianco". Poi avevano ribadito: "Questa è solo un'ipotesi". Più fresca, invece, la "pista" proposta da una compagna di classe di Maurantonio, che riprendendo quanto detto da una maestra poco dopo la tragedia, ha parlato di "un uomo calvo" che si aggirava sul piano dell'hotel nella notte in cui Domenico è caduto e ha perso la vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gio52

    05 Giugno 2015 - 12:12

    Gli inquirenti vogliono tonare sul luogo da cui e' caduto il ragazzo per verificare se ci sono tracce che possano spiegarne la dinamica ! Lo vogliono fare oggi , un mese dopo il fatto ! Mi sembra come minimo ridicolo ! !

    Report

    Rispondi

  • miacis

    05 Giugno 2015 - 01:01

    La solita italica giostra che non porterà nessun risultato apprezzabile.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    04 Giugno 2015 - 22:10

    e perché arrivare fino lì, visto che la stanza Domenico è alquanto distante da quella finestra. Quindi Domenico sarebbe stato aggredito da questa persona calva che si aggirava nel corridoio e aver buttato il ragazzo fuori dalla finestra, aiutato da qualche d'un altro. Da solo come avrebbe fatto a gettarlo giù?

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    04 Giugno 2015 - 20:08

    quanto sentito dire da Chi l'ha visto si potrebbe ipotizzare che le ragazze alloggiate nelle stanza vicino alla finestra dove è caduto lo studente, avvertendo loro la presenza di un uomo proprio vicino alla loro stanza, potrebbero aver telefonato a Domenico proprio per questa presenza. quindi la luce in faccia potrebbe essere quella del telefonino acceso, perché sennò sarebbe uscito dalla stanza?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog