Cerca

Strane convergenze

Matteo Renzi incontra Vladimir Putin all'Expo: sorrisi, abbracci e smorfie d'intesa

Matteo Renzi incontra Vladimir Putin all'Expo: sorrisi, abbracci e smorfie d'intesa

Lo ha aspettato per un'ora e mezza sotto il sole cocente dell'Expo, ma alla fine Matteo Renzi ha potuto abbracciare Vladimir Putin. E l'impressione è che, nonostante la fama poco lusinghiera e che da anni accompagna il presidente russo in giro per il mondo, il premier italiano si trovi molto più a suo agio in sua compagna che con quella dei vari dissidenti Pd, da Stefano Fassina a Gianni Cuperlo. E dire che Putin, ex ufficiale del Kgb ai tempi dell'Unione sovietica, è comunista duro e puro, di formazione prima ancora che per convinzione. Anche in questo, forse, Matteo somiglia tanto a Silvio Berlusconi (che di Putin è amico vero, non a caso Vladimir mercoledì sera lo andrà a trovare). La prova che Renzi si sia divertito con lo Zar di Mosca? Le battute, le pacche sulle spalle, i sorrisi e le smorfie immortalate in foto come quella che pubblichiamo. 

Cos'hanno detto - Durante la conferenza stampa a Palazzo Italia a Expo Renzi e Putin hanno poi spiegato di cosa hanno parlato durante l'incontro. Da Minsk all'Ucraina, dalle sanzioni contro la Russia ai rapporti con l'Europa, dalla Libia agli investimenti. I due leader hanno affrontato tutti gli argomenti più scottanti. Nel corso del bilaterale con Renzi, ha spiegato Putin, si è insomma discusso di problemi internazionali, tra cui Medioriente, Nordafrica e, ovviamente, Libia. Per risolvere la difficile situazione dell’Ucraina, inoltre, il premier ha proposto proponè al presidente della Federazione russa il modello applicato in Alto Adige. C’è la necessità di chiudere "la vicenda Ucraina - ha detto Renzi - noi abbiamo offerto il modello italiano dell’Alto Adige per garantire autonomia e decentramento al territorio interno ucraino".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    11 Giugno 2015 - 07:07

    Ciò che sa fare: ridacchiare in stile gadano e pacche sulle spalle. Il classico buffone

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    10 Giugno 2015 - 23:11

    Sorrisi, finta amicizia, mentre i suoi del PD votavano a Bruxelles a favore dello spreco di soldi per fare propaganda contro Putin. Putin ha aspettare il fessacchiotto 1 ora sotto il solleone. Ha sbagliato; avrebbe dovuto farlo aspettare 5 ore o dargliela buca del tutto.del tutto.

    Report

    Rispondi

  • Lucas1963

    10 Giugno 2015 - 21:09

    Amicone de ke? Si vede lontano un miglio che Renzi fà schifo a Putin, e credo che la cosa sia reciproca. Il vero amico di Putin è Lui, il Re dei Magnacci Brianzoli, non per niente prima di partire Putin farà una puntatina ad Arcore: tra papponi ci si intende, e Putin è uno di quelli ai quali la "patata" piace eccome!

    Report

    Rispondi

  • mab

    10 Giugno 2015 - 18:06

    Fra lui e Al-fanik si contendono il primato di goffaggine

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog