Cerca

Il documento del Papa

Vaticano, distrutte tutte le prime copie dell'enciclica di Bergoglio sul creato

Vaticano, distrutte tutte le prime copie dell'enciclica di Bergoglio sul creato

Qualche giorno fa, la Libreria editrice vaticana aveva ricevuto la copia originale del documento di Francesco sulla salvaguardia del Creato di cui al momento si conosce solo il titolo, «Laudato sii, sulla cura della casa comune», per procedere alle operazioni di stampa nelle diverse lingue. Ma poche ore dopo l' inizio del processo di stampa è arrivato lo stop, oltre all'ordine di distruggere in ogni parte le copie fino a quel momento stampate in modo da cancellare ogni traccia di quella versione. Come scrive il quotidiano Il Giorno, la perentorietà con cui è arrivato l'ordine fa pensare che alla base della decisione non ci siano piccoli errori da correggere, ma importanti modifiche che il Papa evidentemente intende apportare al testo. Il giallo resta. Che qualche intoppo ci fosse stato negli ultimi giorni si era capito anche dallo slittamento della data di uscita dell' enciclica che gli addetti ai lavori dapprima conoscevano per il 16 mentre poi è stato comunicata ufficialmente quella del 18. Intanto cresce l' attesa per la prima enciclica verde di un Papa, cui Bergoglio ha voluto dedicarsi tra le prime cose, sentendo quello della salvaguarda dell' ambiente e delle responsabilità dell' uomo anche rispetto ai mutamenti climatici come un' urgenza da affrontare e volendo anche incidere sugli esiti delle conferenze internazionali sul tema, come quella in programma a Parigi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beatles14

    14 Giugno 2015 - 19:07

    ci sono papi donati dallo Spirito Santo e papi inflitti (x castigarci), questo appartiene alla seconda categoria.

    Report

    Rispondi

    • josef_1946

      15 Giugno 2015 - 06:06

      Evidentemente i cardinali non conoscevano questo sudamericano...

      Report

      Rispondi