Cerca

Il caso Gambirasio

Yara Gambirasio, l'intercettazione della mamma di Massimo Bossetti: "Quella sera era a Brembate di Sopra"

Massimo Bossetti

Novità nel caso di Yara Gambirasio. A rivelarle è il settimanale Giallo che pubblica un’intercettazione di Ester Arzuffi, la mamma di Massimo Bossetti, in cui sostanzialmente la madre inguaia il figlio. “Parlando della scomparsa di Yara,  Massimo mi aveva detto di essere passato di lì...”.  La donna si trova nella sala d’attesa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Bergamo, aspetta per essere interrogata e non sa di essere intercettata. Il figlio è stato fermato con l’accusa di aver uccisa la ragazzina tredicenne. Lei parla con suo figlio minore, Fabio che è con lei. Una frase che, come evidenzia Giallo, entrerà negli atti dell’inchiesta sul caso di Yara.  Massimo Bossetti è in carcere da un anno, su di lui sono aumentati i sospetti e gli indizi  di colpevolezza.

Le tante versioni - In un primo momento il muratore aveva detto di non ricordare dove fosse la sera della scomparsa di Yara, nel novembre del 2006 . In un secondo interrogatorio si corresse e disse di essere sicuramente a casa sua (versione confermata anche dalla moglie).  Quando gli inquirenti gli mostrano le prove della sua presenza a Brembate, nei pressi della palestra di Yara (telecamere che inquadrano il furgono e le celle telefoniche agganciate al suo cellulare) il muratore ammise di essere passato da Brembate. L’intercettazione della madre è molto importante perché la donna, davanti agli inquirenti. Ha sempre difeso il figlio. Ma quando non sa di essere intercettata si lascia andare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • viola52

    03 Luglio 2015 - 12:12

    famiglia di mentitori seriali???

    Report

    Rispondi

  • gigi il negher

    18 Giugno 2015 - 16:04

    La Lega: "che sfiga, possibile che peggio di un italiano c'è solo un altro italiano ...."

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    18 Giugno 2015 - 10:10

    La presenza di Bossetti quella sera a Brembate di sopra è confermata dalla difesa dello stesso e dal suo commercialista, dal quale si sarebbe recato per firmare i documenti e per dargli il denaro necessario al pagamento dell'F24, come risulterebbe eseguito il giorno seguente. E allora? Sarebbe una prova schiacciante? Mandiamo gli inquirenti a zappare la terra!

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    18 Giugno 2015 - 08:08

    Ma fategli un processo e basta ,..... .dopo 5 anni di indagini ; 5 anni. E non ci dev'essere 2 3 grado e cassazione ... Basta. Per la pace dei genitori di Yara e la pace di noi italiani.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog