Cerca

A Milano

Rapinava la banca portando con sé il figlio di 9 anni: "Non sapevo a chi darlo"

Rapinava la banca portando con sé il figlio di 9 anni: "Non sapevo a chi darlo"

Evidentemente, quel giorno, la baby sitter gli aveva dato buca. E lui, da padre "modello", si fa per dire, ha portato il figlio con sé al lavoro. Peccato che il suo lavoro sia quello di fare le rapine. Mentre lui faceva il palo, i complici prelevavano i soldi. "Non sapevo a chi dare mio figlio", si è giustificato l'uomo, arrestato giovedì dalla squadra mobile di Milano insieme ad altri sette, tutti italiani e pluripregiudicati, su richiesta del gip Alessandro Santangelo.

Il 12 giugno 2014 la banda ha cercato di rapinare la filiale di Ubi Banca in piazza Borromeo. Quattro uomini con il volto parzialmente coperto, dopo essersi introdotti nell’istituto di credito, avevano radunato clienti e impiegati, intimando a questi ultimi di consegnare il denaro presente nelle casse e nella cassaforte. I malviventi, però, temendo che un impiegato avesse azionato il dispositivo di allarme antirapina, erano fuggiti. Dopo un mese tre uomini hanno messo a segno un altro colpo nella filiale Unicredit di piazza Bausan, mentre il quarto, il padre del bambino, faceva da «palo». Con il figlio di 9 anni con sè. I malviventi, dopo aver radunato i dipendenti e i clienti in una saletta adiacente le casse, avevano ordinato al direttore di sboccare l’apertura temporizzata della cassaforte, portando via circa 129mila euro. Giovedì gli arresti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    25 Giugno 2015 - 21:09

    Sembra più una barzelletta che un fatto realmente accaduto. La fantasia spesso è illimitata, anche perché c'è in giro una massa di coglioni. Incredibile.!

    Report

    Rispondi

blog