Cerca

Operazione globale

Aerei, scoperta la truffa dei biglietti: 130 arresti in tutto il mondo

Aerei, scoperta la truffa dei biglietti: 130 arresti in tutto il mondo

Biglietti aerei venivano acquistati fraudolentemente attraverso l’indebito utilizzo di carte elettroniche di pagamento secondo quanto emerge da un’indagine globale alla quale per l’Italia ha partecipato la Polizia postale e delle comunicazioni e che ha portato all’arresto di 130 persone in tutto il mondo: 101 in Europa, 11 tra Asia e Oceania, 9 nei Paesi dell’America Latina, 6 in Canada e 2 negli Stati Uniti. L’operazione Global airport action» ha interessato 140 aeroporti in 50 Stati dei cinque continenti, e vi hanno collaborato 65 compagnie aeree, oltre alle società di carte di credito Mastercard, Visa e American Express, con il supporto di Interpol, Europol, Eurojust, Frontex e Iata. Per l’operazione sono state allestite tre centrali operative a Singapore, dove l’Interpol ha coordinato le attività nelle aereostazioni asiatiche; Bogotà, con personale di Ameripol che ha coordinato le attività degli scali delle due Americhe; L’Aja, dove Europol ha gestito le informazioni provenienti da tutto il mondo.

A casa nostra - Italia, i controlli delle segnalazioni provenienti dagli istituti emittenti delle carte di credito hanno portato complessivamente all’arresto di una cittadina britannica all’aeroporto internazionale di Roma Fiumicino e al deferimento all’autorità giudiziaria di altre 6 (2 a Fiumicino, 3 a Roma Ciampino ed 1 a Catania Fontana Rossa), in quanto queste ultime erano in possesso dei biglietti aerei ma non avevano al seguito le carte di credito con le quali avevano acquistato in frode i titoli di viaggio. I biglietti erano stati acquistati da terze persone o attraverso organizzazioni criminali che gestiscono agenzie di viaggio abusive alle quali si rivolgono le persone che li utilizzano. I

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog