Cerca

In rete

Farmaci, la rivoluzione: si potranno comprare online anche in Italia. Ecco quali (e che rischi ci sono)

Farmaci, la rivoluzione: si potranno comprare online anche in Italia. Ecco quali (e che rischi ci sono)

Per comprare i medicinali siamo abituati a fare file interminabili in farmacia tra mille vecchietti ipocondriaci. Questo scenario durerà ancora per poco perché l'Italia è pronta a dare il via libera alla vendita dei farmaci tramite il web. Con un click si potranno acquistare tutti i medicamenti senza obbligo di prescrizione. Dall'aspirina alla tachipirina, la direttiva europea assicura il loro arrivo direttamente a casa, garantiti, protetti e sicuri. Non ci saranno fregature perché a venderli saranno le stesse farmacie e parafarmacie autorizzate tramite siti web contrassegnati da un "bollino di qualità" creato dal Ministero della Salute e conforme con quello dell'Ue. Una croce bianca sullo sfondo di quattro bande, tre verdi e una grigia, assicurerà la veridicità del farmaco. L'obiettivo è infatti quello di evitare che i consumatori vengano raggirati da inganni in Rete e siano in grado di riconoscere i siti di e-commerce, evitando quelli illegali e pericolosi che attirano clienti con illusori prezzi stracciati.

L'Aifa - Il direttore generale dell'Agenzia italiana del Farmaco Luca Pani, assicura che "farà controlli costanti e monitorerà la vendita in Rete nell'ambito del sistema nazionale anti-falsificazione dei medicinali già in atto e che, ad oggi, ha portato alla chiusura di centinaia di siti illegali. Il grande vantaggio per il cittadino sarà la praticità, oltre alla garanzia di poter ordinare farmaci che siano sicuri". Secondo il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi: "Sarà inoltre una possibile alternativa al recarsi in farmacia, ma non credo che porterà ad un aumento del consumo di medicinali". L'importante per Scaccabarozzi è che non circolino dei falsi farmaci che "al loro interno non contengono neppure il principio attivo alla base della loro azione terapeutica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog