Cerca

Minaccia islamica

Roma, la bomba fai da te dei jihadisti: "Come costruire un ordigno nella cucina di tua madre"

Roma, la bomba fai da te dei jihadisti: "Come costruire un ordigno nella cucina di tua madre"

La minaccia islamica, giorno dopo giorno, si allunga sempre più sull'Italia. E i carabinieri del Ros di Roma hanno indagato per quattro anni, arrivando a due maghrebini che "trasmettevano" il loro odio dalla Capitale. Quattrocento pagine di ordinanza cautelare, in cui il gip sottolinea i rischi della rete islamica in Italia. Al centro della vicenda i due arrestati, Ahmed Masseoudi e Abderraihim El Khalfi, che hanno "intessuto e stabilito relazioni di altissimo livello con i vertici di organizzazioni terroristiche, scambiando con questi materiali, supporti, aiuti, informazioni e copertura". Nel dettaglio, secondo l'indagine, al centro di tutto ci sarebbe il cittadino tunisino Masseuodi, che ha lavorato come sostegno logistico in rete per Al Qaeda, fornendo a ideologi della jihad "un palcoscenico mediatico per giustificarne l'azione ed effettuare la propaganda mirata a sviluppare il terrorismo homegrown", ossia quello incontrollabile dei lupi solitari.

Manuale per la bomba - E proprio ai lupi solitari, i cosiddetti terroristi fai-da-te, venivano fornite precise indicazioni su come costruire ordigni artigianali. Il gip spiega che "nel corso di preparazione (online, ndr) vengono esposte le procedure per la sintesi di esplosivi utilizzando sostanze in libera vendita. Il testo - viene precisato nell'ordinanza - è scritto in inglese e dimostra che il manuale è diretto ai terroristi che autonomamente vorrebbero compiere un attentato in Occidente, ma non hanno né la possibilità di reperire esplosivi, né le nozioni tecniche per fabbricarli". Poi un altro documento, il cui titolo è tutto un programma: "Fai una bomba nella cucina di tua mamma". Una sorta di pamphlet in cui vengono snocciolate nozioni pratiche sulle modalità per creare e gestire una cellula terroristica. Conclude il gip: "L'aspetto più interessante non è però quello tecnico, peraltro spesso molto avanzato. Quanto piuttosto la funzione svolta da questi programmi di addestramento virtuale, che è di formare nuovi terroristi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alby118

    03 Luglio 2015 - 17:05

    Aggiungerei al titolo, " invitate amici e parenti e fatevi esplodere felici e contenti " !!!!

    Report

    Rispondi

  • grisostomo

    grisostomo

    03 Luglio 2015 - 13:01

    Studiate la vita e le opere di Vlad Drukul, despota di Transilvania

    Report

    Rispondi

  • allianz

    03 Luglio 2015 - 11:11

    Facciano pure la bomba nella cucina della nonna.Poi se la ficchino su per il culo.Allah ceramente farà loro la grazia di morire da martiri.

    Report

    Rispondi

    • ampar

      03 Luglio 2015 - 11:11

      peccato, stavo per scrivere la stessa cosa ma mi hai anticipato, cercherò di arrivare prima la prossima volta

      Report

      Rispondi

blog