Cerca

Fuori controllo

Isis, l'italiana Fatima parla su Skype: "Lo Stato islamico è perfetto: rispetta i diritti umani"

Isis, l'italiana Fatima parla su Skype: "Lo Stato islamico è perfetto: rispetta i diritti umani"

"Lo Stato islamico è uno Stato perfetto. Qui non facciamo nulla che vada contro i diritti umani". Basterebbe questo delirio di Fatima, già Mariu Giulia Sergio, per capire il livello di follia con cui agisce la ragazza di Torre del Greco convertita all'Islam e ricercata dalla polizia italiana per associazione con finalità di terrorismo. L'ex studentessa di biotecnologie alla Statale di Milano ha parlato su Skype con un giornalista del Corriere della sera, a pochi giorni dall'arresto di dieci persone pronte a raggiungerla probabilmente in Siria per partecipare con lei al jihad, alla guerra santa. Tra questi i suoi genitori e sua sorella, con i quali per mesi ha parlato al telefono convincendoli a mollare tutto e fare le valige, mentre la Digos intercettava le telefonate: "Noi quando decapitiamo qualcuno - ha provato a spiegare Fatima - dico noi perché anche io faccio parte dello Stato islamico, quando facciamo un'azione del genere, stiamo obbendendo alla sharia".

Alla famiglia - Al telefono aveva quasi convinto il padre, cassaintegrato di 60 anni, a ritirare i soldi della liquidazione per raggiungerla. Alla madre dava consigli pratici su come organizzare il viaggio e su quanto sarebbe stata migliore la loro vita sotto la legge islamica. Continuava a parlare con loro anche quando il suo nome era finito sui giornali con l'indagine su di loro ormai pubblica: "è un buco nell'acqua perché non serve a niente. È illogico e irragionevole che la polizia italiana decida di arrestare queste persone".

Welfare Isis - Fatima è talmente convinta della sua scelta che serve a poco o niente chiederle delle violenze, delle decapitazioni documentate e diffuse dalla stessa propaganda dello Stato islamico. Non serve neanche chiederle conto delle torture sulle donne, delle brigate femminili e dell'uso dei bambini nei combattimenti: "Questi che vengono decapitati sono ladri, sono ipocriti, agiscono come spie dello Stato islamico. E riportano informazioni ai miscredenti per poi attaccarci - dice urlando su Skype - Qui non schiavizziamo le donne ma le onoriamo". Se la prende con le torture nella prigione americana di Guantanamo, poi con gli attachi dei droni che bombardano il nord della Siria: "Qua ci sono donne e bambini". La connessione con il giornalista diventa instabile, la sua voce si sente a tratti quando insiste sul fatto che è Allah a chiedere di tagliare la mano a chi viene trovato a rubare: "Perché sia un esempio per tutti. Così nessuno più si permetterà di venira qua a rubare". L'ultimo delirio, poi la linea si interrompe, per fortuna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • victory

    06 Dicembre 2015 - 08:08

    come noto in psichiatria il delirio è inattaccabile

    Report

    Rispondi

  • lallo11

    08 Luglio 2015 - 19:07

    che donna meravigliosa

    Report

    Rispondi

    • gescon

      20 Settembre 2015 - 18:06

      Fatima dovrebbe farsi fottere. Magari e' la volta che comincia a ragionare.

      Report

      Rispondi

  • Angelalbert

    08 Luglio 2015 - 11:11

    Ognuno è libero di credere a cio' che preferisce ma non deve comportarsi in modo violento, repressivo e soppressivo contro chi non la pensa come lui (o lei). La compagna Giulia Sergio, in arte Fatima, viene intervistata e quasi eletta a simbolo di un ideale d'amore e di bontà. Però se qualcuno facesse la festa a lei e alla sua squallida famiglia allora sarebbe un assassino razzista.

    Report

    Rispondi

  • francoruggieri

    07 Luglio 2015 - 20:08

    Come fa un dio, che (comunque lo si chiami) è onnipotente, a dover ricorrere agli uomini per far uccidere "i suoi nemici"? Evidentemente chi "ha fatto dettare" a maometto il corano non era un dio. I casi sono due: o maometto se lo è scritto da solo per auto divinizzarsi, o, se è stato un essere soprannaturale a farglielo dettare, non era onnipotente. Non resta che satana.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog