Cerca

La compravendita

Compravendita senatori, Silvio Berlusconi condannato a tre anni per corruzione: ma non andrà in galera

Compravendita senatori, Silvio Berlusconi condannato a tre anni per corruzione: ma non andrà in galera

Silvio Berlusconi è stato condannato per corruzione a tre anni di reclusione dai giudici della prima sezione penale del tribunale di Napoli per il processo sulla compravendita dei senatori. Con la stessa accusa è stato condannato l'ex direttore del editore dell'Avanti Valter Lavitola. Oltre alla pena di 3 anni, contro i 5 richiesti dalla Procura di Napoli, il collegio ha deciso anche una pena accessoria di 5 anni di interdizione dai pubblici uffici. La reclusione però non sarà applicata perché il reato a novembre passerà in prescrizione. Stessa sorte per LavitolaIl verdetto è stato emesso dal collegio presieduto dal giudice Serena Corleto. Accolta dunque la tesi della Procura, rappresentata dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli con i pm Henry John Woodcock, Fabrizio Vanorio e Alessandro Milita.

L'accusa - Berlusconi è stato accusato di aver pagato tra il 2006 e il 2008 attraverso Valter Lavitola l'ex senatore Sergio De Gregorio, eletto con Italia dei Valori, poi passato con il centrodestra, con l'obiettivo di sabotare il governo Prodi nell'ambito della cosiddetta "Operazione libertà". Operazione che, aveva detto il pm Piscitelli nella sua requisitoria, ha rappresentato nella ricostruzione della procura un "colossale investimento economico diretto ad ottenere l'unico risultato che interessava all'uomo Berlusconi, ossessionato solo dalla volontà di mandare a casa Prodi e prenderne il posto"

La reazione - "Prendo atto di una assurda sentenza politica - ha commentato la sentenza Silvio Berlusconi - al termine di un processo solo politico costruito su un teorema accusatorio risibile. Resto sereno, certo di aver sempre agito nell’interesse del mio Paese e nel pieno rispetto delle regole e delle leggi, così come continuerò a fare. Ho piena fiducia negli italiani e nella loro capacità di comprendere quale persecuzione giudiziaria sia stata scatenata contro di me per cercare di ledere la mia immagine di protagonista della politica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    10 Luglio 2015 - 12:12

    Le "transumanze" dei parlamentari (in questa legislatura) sono state 200, ma se consideriamo i passaggi plurimi (anche tre o quattro volte) allora diventano 270 (dati ufficiali). Nessuno di loro ha preso soldi o benefit per migrare ? Io credo nella buona fede di tutti, ma di lì a mettere la mano sul fuoco ce ne corre !

    Report

    Rispondi

  • mirko58

    09 Luglio 2015 - 16:04

    Se Prodi con il cambio lira/euro e truccando i conti dello Stato ha portato alla rovina milioni di Italiani, a Berlusconi bisognerebbe erigere un monumento per aver impedito ad un tronfio incapace di arrecare ulteriori danni agli italiani.

    Report

    Rispondi

  • selenikos

    09 Luglio 2015 - 11:11

    parole nobili quelle del berlusca....Ho fiducia, ho agito per il bene del mio paese........parole, appunto, solo parole. Gliele avrà preparate Frigerio (quello già più volte condannato)?

    Report

    Rispondi

  • selenikos

    09 Luglio 2015 - 11:11

    la legge, lo sappiamo, non è uguale per tutti.......Ma che uomo è Berlusconi che non ha il coraggio, dicendosi innocente, di rinunciare alla prescrizione? E' solo un vile che non ha il coraggio di niente....e fa dire ai suoi avvocati che stanno pensando di rinunciare alla prescrizione....Buffoni pagati lautamente e buffone chi li paga.....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog