Cerca

Donati da Ferrovie Nord

Roberto Formigoni, dopo quella delle vacanze pagate scoppia la grana dei quadri

Roberto Formigoni, dopo quella delle vacanze pagate scoppia la grana dei quadri

Dopo quella delle vacanze pagate dal faccendiere Pierangelo Daccò, che l'ex presidente della Regione Lombardia ha ormai ammesso come "cosa che si fa tra amici", per Roberto Formigoni scoppia anche la grana dei quadri. Tele sacre per lo più, quelle che il quotidiano La  Repubblica definisce "una vera e propria piccola pinacoteca privata". Che l'attuale senatore dell'Ncd, secondo l'accusa, non si sarebbe comprato da sè, ma gli sarebbe stata regalata (un po' come le vacanze).

A svelare il nuovo filone dell'indagine che vede coinvolto Formigoni è, secondo quanto riporta il quotidiano di Ezio Mauro, Ferrario Ippolito, fino a qualche mese fa responsabile di una delle più famose gallerie d'arte del centro di Milano, la Sacerdoti di piazza San fedele, convocato come testimone in procura. Doveva chiarire alcuni acquisti effettuati nel gennaio del 2010 e 2011, dalla società Ferrovie Nord Milano (Fnm, società controllata dalla stessa Regione Lombardia di cui Formigoni era governatore) nella sua galleria. Diciotto mila euro di "spese di rappresentanza" per tre opere di scuola partenopea e lombarda del '900, il cui destinatario è stato sempre Formigoni. Ippolito svela come quei tre acquisti non fossero un caso, ma una consuetudine. "Nel 2009 - ha ricordato il testimone - era stato un mio abituale cliente di nome Giuseppe Grossi (allora "re" delle bonifiche ambientali in Lombardia) a pagare un primo quadro destinato a Formigoni". In quell' occasione, Grossi sborsò "50 mila euro" per una tela fiamminga del '600, attribuita al pittore Marcellus Coffermans. A sceglierla - secondo le parole messe a verbale - fu il segretario personale di Formigoni, Mauro Villa, su indicazione proprio del suo principale. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • heinreich

    09 Luglio 2015 - 12:12

    ma non aveva fatto voto di povertà ? mamma mia che brutta persona.

    Report

    Rispondi

blog