Cerca

Orrore

Sicilia, acido nella bottiglia d'acqua comprata al supermarket: una donna gravemente ustionata

Sicilia, acido nella bottiglia d'acqua comprata al supermarket: una donna gravemente ustionata

Una terribile disavventura per una 47enne di Pachino, in provincia di Siracusa. Ha comprato delle bottigliette d'acqua in un centro commerciale Despar, in Sicilia. Ma all'interno c'era dell'acido, che le ha causato le orribili ustioni al braccio che potete vedere nella fotografia. Dopo l'episodio, il supermarket ha confermato la contaminazione. La polizia, ora, indaga sul caso. L'immagine del braccio ustionato è stata pubblicata dalla signora Angela Minardi, un'amica della vittima, sul gruppo Facebook "Pachinesi nel mondo". Un'immagine inquietante. La Minardi spiegava: "Amici posto questa foto in modalità pubblica.. È il braccio di una mia conoscente ustionato da acqua LEVISSIMA acquistata stamattina al DESPAR ex ALIS… In via Pascoli… Qualche genio ha siringato dell’acido. Per fortuna non l’ha ingerita… Passate parola…”. Una storia che poteva finire ben peggio, se soltanto la donna avesse bevuto il liquido: dopo aver acquistato le bottiglie, una volta arrivata a casa, la donna ha svitato il tappo. A quel punto si è innescata una reazione chimica che ha prodotto una violenta esplosione del liquido contenuto nella bottiglia: l'acqua è schizzata da tutte le parti, colpendo il braccio sinistro della poveretta, che ha immediatamente accusato la reazione cutanea. La pelle si è bruciata, creando dei solchi. Dopo la disgrazia la donna è andata a denunciare il fatto al Commissariato di Pachino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Thunder

    10 Luglio 2015 - 14:02

    molte bottiglie di acqua e bevande, sebbene no gasate, vengono sigillate con sovrapressione all'interno, in modo che all'atto di stapparle ci si accorga de il tappo ha tenuto sigillata la bottiglia stessa, oppure se sia mal sigillato, o peggio perforata da aghi,

    Report

    Rispondi

blog