Cerca

Interpol

Allarme barchini esplosivi contro le nostre navi nel Mediterraneo

Allarme barchini esplosivi contro le nostre navi nel Mediterraneo

E' allarme rosso, nel Mediterraneo, per le navi della Marina Militare impegnate nel pattugliamento del tratto di mare che separa Italia e Libia. A lanciarlo, come riporta Il Giornale, è stata l'Interpol, che avrebbe captato alcune comunicazioni in partenza da Sirte e da Derna, due delle roccaforti dell'Isis nella terra che fu di Gheddafi.

Tra domani e venerdì prossimo (ultimo venerdì di Ramadan), le nostre navi (e quelle dei Paesi occidentali impegnate nel pattugliamento delle coste al largo della Libia) potrebbero essere bersaglio di attacchi da parte di barchini carichi di esplosivi e condotti da kamikaze. Esplosivi in grado di penetrare gli scafi e provocare vittime a bordo delle navi militari, secondo una strategia che è già stata utilizzata il 12 ottobre 2000 ad Aden (in Yemen) contro la Uss Cole della Marina americana. In quell'occasione 17 marinai statunitensi persero la vita. Ma un attacco simile in mare aperto (la Cole era ormeggiata in porto) avrebbe effetti sicuramente più gravi, per la maggiore difficoltà di spegnere l'incendio a bordo che si determinerebbe in seguito all'esplosione.

Tutte le navi militari in navigazione davanti alle coste libiche hanno il divieto assoluto di far avvicinare qualsiasi imbarcazione che non sia stata controllata e verificata. Un divieto reso ancora più rigido dopo la segnalazione dell'Interpol. La vera incognita riguarda però i barconi affollati di profughi e i vascelli impegnati nelle operazioni di soccorso in mare. Tra le centinaia di disgraziati fatti salire sulle imbarcazioni gestite dai trafficanti di uomini potrebbe infatti nascondersi un kamikaze con giubbotto esplosivo pronto a farsi esplodere durante le lunghe e complesse fasi di recupero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eziocanti

    14 Luglio 2015 - 10:10

    Ma si, un bel botto e - forse - questa italietta dei miei stivali, governata da pagliacci incapaci e ladri, si sveglierà.

    Report

    Rispondi

  • comandria

    09 Luglio 2015 - 22:10

    Speriamo lo facciano presto almeno capiranno che non si vogliono altri immigrati.

    Report

    Rispondi

  • sempre-CDX

    09 Luglio 2015 - 18:06

    Beh, non credo che chi trasporta clandestini sia tanto d'accordo con il farsi esplodere, magari li controlla perbenino uno per uno prima di imbarcarli ...

    Report

    Rispondi

  • lorenvet

    09 Luglio 2015 - 16:04

    Chissà che finalmente i politici si ricordino che le navi militari dispongono di armamenti e che li autorizzino a usarli?

    Report

    Rispondi

    • lallo11

      20 Luglio 2015 - 10:10

      ma sei matto? e le regole di ingaggio dove le metti? prima devi farti saltare per aria e poi forse puoi reagire sperando di non finire processato per eccesso di difesa. Paese di mmmmm.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog