Cerca

Su Facebook

La furia del prete sardo: "Contro i gay usiamo il lanciafiamme"

La furia del prete sardo: "Contro i gay usiamo il lanciafiamme"

Una pesantissima frase contro i gay è stata scritta su Facebook dal parroco di Arborea, don Silvio Foddis. Il religioso si è scagliato contro gli omosessuali e coloro che manifestano in maniera vistosa le proprie convinzioni. «Un lanciafiamme per riaccendere quello che è quasi spento?», scrive don Silvio. E a qualcuno che gli fa notare che quelle sembrano parole inappropriate per un religioso, risponde in modo netto, pur con qualche imprecisione grammaticale o di battitura: «ma sono anche una persona, un uomo e un cittadino e quindi..... scrivo. Avrei potuto andare anche un po' più in là». E ancora: «O dobbiamo sorbirdi tutte le porcate di questo mondo....». Immediato il commento del Movimento Omosessuale Sardo. La presidente, Barbara Tetti, definisce le parole di don Floris come "un gravissimo atto di istigazione all'odio e alla violenza omicida".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • COUNSELOR

    11 Luglio 2015 - 11:11

    Fossero tutti così i preti!

    Report

    Rispondi

blog