Cerca

Il sondaggio

Debole e "lecchino" della Merkel: gli italiani bocciano Renzi sulla Grecia

Debole e "lecchino" della Merkel: gli italiani bocciano Renzi sulla Grecia

Gli italiani bocciano senza pietà la linea scelta da Matteo Renzi nella gestione della querelle Ue-Grecia, giudicato, tra le altre cose, «servile» nei confronti della Germania. Lo dicono alcuni sondaggi di Ixè e di Euromedia, commissionati per i programmi di Raitre Agorà estate e per Ballarò . Emerge una generale delusione per le scelte di Renzi nella gestione della crisi. 

Solo il 32,6 per cento del campione dice di fidarsi di Renzi, e per l'esecutivo nel suo complesso la percentuale scende al 25,5%, un dato inferiore al risultato di Luigi Di Maio e Matteo Salvini (28,7% e 27,6% rispettivamente). Quanto alla Grecia, il 51 per cento degli italiani giudica «insufficiente» il ruolo giocato da Palazzo Chigi, contro un modesto 28 per cento che, invece, valuta come «sufficiente» l'azione del governo, mentre  il 7 per cento considera «buono» l'operato del premier. Per quanto riguarda l'atteggiamento tenuto da Renzi nella settimana che ha preceduto il referendum greco, il 40,7 per cento, ha trovato il presidente del Consiglio addirittura «servile nei confronti della Merkel», il 12% ha giudicato l'atteggiamento di Renzi «codardo» per «non aver preso alcuna posizione». Il 30 per cento ha un'opinione positiva: alcuni  promuovono la «intelligente» scelta di restare «defilato» (18,2%) e altri, il 10,4%, ritengono che Renzi si sia schierato con decisione per il «sì», dimostrando «coraggio». Rassegnazione anche sulle prospettive della crisi al di là dell'Adriatico.

Inevitabile il crollo della fiducia nella Ue: l'85,4 per cento si sente «distante» (45,2) o «tradito» (40,2) dall'Europa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog