Cerca

Al Senato

Pietro Grasso riceve organizzazioni sindacali dei pensionati e ridiscute il d.l. 65/2015

Pietro Grasso riceve organizzazioni sindacali dei pensionati e ridiscute il d.l. 65/2015

Si è tenuto oggi presso Palazzo Madama un incontro tra il Presidente del Senato, Pietro Grasso ed una delegazione delle organizzazioni sindacali dei pensionati guidata dai rispettivi segretari della Spi Cgil; Fnp Cisl e Uilp Uil. L'incontro richiesto dalla delegazione ed avvenuto a seguito di una manifestazione svolta in Piazza del Pantheon, aveva come scopo, quello di illustrare al Presidente le preoccupazioni in merito al decreto-legge n. 65 che riguarda le Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR; preso atto delle critiche l'ex magistrato ha reso noto di aver aperto un tavolo di confronto con il Ministro del Lavoro Poletti.

Il Decreto - Il decreto legge 65/2015 sta ricevendo numerose critiche, oltre ad essere considerato ingiusto (come altre nostre leggi) è addirittura considerato incostituzionale in quanto non rispetta quanto disposto dalla Corte Costituzionale nella sentenza n. 70/2015, che aveva indicato l’obbligo di una rivalutazione delle pensioni reale e retroattiva, annullando integralmente il blocco sulle indicizzazioni 2012-2013, senza fare alcuna distinzione tra i diversi redditi. Distinzione che invece viene fatta dal Governo nel momento in cui col decreto incriminato, punta a restituire, non a tutti (ma solo per le pensioni fino a circa 3.000 euro lorde/mese) e per il solo biennio 2012/2013 solo parte di quanto dovuto (al 40% dell’inflazione di riferimento per i trattamenti complessivi tra tre e quattro volte il trattamento minimo INPS; al 20% per quelli tra quattro e cinque volte il trattamento minimo INPS; al 10% per quelli tra cinque e sei volte il trattamento minimo INPS); a fronte di un danno causato dal blocco dell’adeguamento all’inflazione per tale biennio di circa una mensilità pensionistica lorda, per ciascuno dei 2 anni citati.

Non esiste guerra tra generazioni - Il Presidente del Senato ha concluso l'incontro dichiarando: "L'errore maggiore che dobbiamo scongiurare in questo momento è fornire argomenti, anche involontariamente, a sostegno dell'idea di una guerra tra giovani e anziani, tra disoccupati e pensionati. Al contrario, è proprio la solidarietà tra generazioni che consente oggi a tante famiglie di affrontare le difficoltà della vita quotidiana, non solo quelle economiche. Per questo motivo, intendo esprimere la mia soddisfazione per la ripresa del confronto tra Istituzioni e organizzazioni sindacali dei pensionati, con l'augurio che ciò possa portare presto a buoni risultati per tutti".

di Mirko Mazzola

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog