Cerca

Omicidio Gambirasio

Massimo Bossetti a processo, i legali: "Yara era ingenua, l'accusa cosa insinua?". La carta: un'altra morte misteriosa

Massimo Bossetti a processo, i legali: "Yara era ingenua, l'accusa cosa insinua?". La carta: un'altra morte misteriosa

È stata sospesa alle 13 l’udienza del processo a Massimo Bossetti, accusato della morte della 13enne Yara Gambirasio. Poco prima della sospensione le parti hanno presentato la lista delle prove e dei testimoni da portare a processo. La difesa cercherà di dimostrare che "non si conoscevano né si potevano conoscere, Yara era una ragazzina ingenua, immacolata e con la vita di una bambina: se l'obiettivo dell'accusa è il contrario vogliamo sentircelo dire chiaramente". Anche per questo ha chiesto che venga negata la presenza della donna che disse di aver visto Yara in auto con un uomo.

L'altra morte sospetta - La difesa ha poi chiesto l’ammissione di testimoni oculari che la sera della scomparsa avrebbero visto Yara insieme ad altre persone, dello psicologo che ha seguito Bossetti in carcere e gli esperti che guidarono le ricerche con i cani molecolari che puntarono verso il cantiere di Montello. E ancora, ha chiesto l’acquisizione del fascicolo inerente la morte di Sarbjit Kaur, 21enne indiana trovata morta nel fiume Serio a Cologno nel dicembre 2010, caso archiviato come suicidio, e anche l’elenco di tutte le persone che si sono recate nei Pronto Soccorso di tutto il nord Italia tra il 26 e il 27 novembre 2010, sera della scomparsa di Yara. Il pm Letizia Ruggeri, invece, vuole dimostrare una crisi familiare tra i Bossetti, chiedendo anche l'acquisizione di 8 fatture del Motel Pegaso di Stezzano dove la moglie di Bossetti, Marita Comi sarebbe stata con un altro uomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    18 Luglio 2015 - 19:07

    se inizia il processo puntando sui presunti tradimenti della moglie del Bossetti, è certamente un'inizio infelice. Qui bisogna dimostrare che il Bossetti sia il vero assassino con prove certe e non partire dalla presunta relazione della moglie. Sarebbe come dire che il 60% degli italiani che sono fedigrafi siano anche degli assassini.!? Che tristezza di giustizia!

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    18 Luglio 2015 - 17:05

    ..se una PM cerca il delitto fra le lenzuole o le corna...vuol dire che non ha in mano nulla ed è pronta a incolpare solo per averla vinta e non fare la figura di quella che ha speso 2 milioni di euro per trovare un dna ....

    Report

    Rispondi

  • japiro

    17 Luglio 2015 - 21:09

    tale suocera, tale nuora... ma vedrete che negherà anche lei...

    Report

    Rispondi

blog