Cerca

Le carte della pm Ruggeri

Processo Yara Gambirasio, l'accusa contro Massimo Bossetti punta sui tradimenti di Marita Comi

Processo Yara Gambirasio, l'accusa contro Massimo Bossetti  punta sui tradimenti di Marita Comi

Un matrimonio in crisi, i tradimenti della moglie Marita Comi. Anche su questi tasti puntano i pm di Bergamo nel processo contro Massimo Bossetti, l'operaio edile in carcere dal giugno 2014 con l'accusa di aver ucciso la 13enne Yara Gambirasio, sparita il 26 novembre 2010 a Brembate Sopra e il cui corpo fu ritrovato in un campo a Chignolo d'Isola nel febbraio 2011.

Le corna di Marita - Il processo iniziato oggi ruoterà anche intorno alla nutrita schiera di testimoni. Mentre la difesa di Bossetti ha presentato una lista di 711 persone da ascoltare in Aula, la pm Letizia Ruggeri ha chiesto una integrazione, depositando le ricevute dell'albergo in cui Marita avrebbe passato alcune ore in compagnia del suo amante Massimo Bonalumi. Questo per dimostrare come la vita matrimoniale di Bossetti e la moglie "non fosse idilliaca", spingendo in qualche modo l'uomo verso sfoghi extra-coniugali, di qualsiasi tipo. Alla prima udienza ha partecipato anche lo stesso Bossetti, arrivato in aula in scarpe da ginnastica, jeans, camicia a quadri e capelli corti con gel.

"Yara bimba ingenua" - Di contro, la difesa punta a smontare l'idea di una possibile tresca tra la piccola Yara e uomini adulti: "Era una bimba, tranquilla, senza ombre, e che non conosceva Bossetti - ha spiegato l'avvocato della difesa Paolo Camporini -, ma se la tesi dell'accusa è quella di dimostrare che Yara era disinibita e conosceva e frequentava Bossetti, lo dicesse". In Aula era presente anche 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Janses68

    22 Luglio 2015 - 10:10

    Ma perche' non lo avete lasciato morire ? Merita di morire,

    Report

    Rispondi

  • patriziabellini.51

    22 Luglio 2015 - 08:08

    Tutto gira intorno alle menzogne. È questo che la procura tende a dimostrare tirando in ballo le relazioni della signora Bossetti. A cominciare dalla madre Esther è tutto un mentire spudorato.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    18 Luglio 2015 - 16:04

    "spingendo l'uomo verso sfoghi extra-coniugali" E chi ci dice invece che non siano le "preferenze" di Bossetti a spingere la donna verso sfoghi extra-coniugali? E' il solito dilemma: chi è nato prima: l'uovo o la gallina?

    Report

    Rispondi

blog