Cerca

Le dimissioni del Papa

Giannino: "C'è limite a ogni incarico"

Giannino: "C'è limite a ogni incarico"

Tra le reazioni del mondo della politica alle dimissioni annunciate da Papa Benedetto XVI spicca per originalità quella del leader di Fare per fermare il declino, Oscar Giannino. "Il piu' profondo rispetto per la decisione assunta da Benedetto XVI'', ha detto il candidato premier. ''Per la Chiesa cattolica e' il segno che il mondo cambia. Il Pontefice assume una decisione sulla quale tutti hanno di che riflettere. Per primo il Papa e' convinto, in relazione alle sue forze e alla sua eta', di rinunciare al Soglio per il bene della Chiesa. E' una decisione che farà storia. Senza voler fare accostamenti impropri, diventa pero' evidente che analoghe considerazioni dovrebbero essere condivise e assunte da chi, nella politica e nelle istituzioni, senza titoli per parlare ex cathedra, resta invece convinto di prolungare per decenni ruoli e incarichi alla guida del Paese''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maxgarbo

    15 Febbraio 2013 - 23:11

    e molla il colpo!

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    13 Febbraio 2013 - 14:02

    Si e quello di Giannino non doveva neanche iniziare. Così si è ridicolizzato.

    Report

    Rispondi

  • 5Alek5

    12 Febbraio 2013 - 18:06

    strano che non abbia aggiunto: ed anche quel giovane scioperato con barbetta e capelli lunghi che si ostina a stare inchiodato a quella croce prima o poi dovrà dimettersi .....

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    11 Febbraio 2013 - 17:05

    Posso accettare tutto. Che Verdini è innocente come un neonato, che Capezzone è uno che non ha mai cambiato casacca, che Scilipoti appartiene alla specie umana, che la Minetti è vergine. Ma non che Berlusconi "è credibile" come scrivi tu. Ora non esageriamo, c'è un limite...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog