Cerca

Sicurezza al volante

Istat, la mappa degli incidenti stradali: giorni, strade e città da evitare

Istat, la mappa degli incidenti stradali: giorni, strade e città da evitare

Automobilisti, fate attenzione a guidare sui rettilinei delle strade urbane nei venerdì di luglio dalle cinque del pomeriggio e le nove di sera. Sono queste le condizioni in cui più di frequente avvengono incidenti stradali. Il bollino rosso, inoltre, si estende a tutto il mese di luglio, con qualche avvisaglia di incremento già nel mese di giugno. A tracciare questo quadro sono i dati Istat riportati da Il Sole 24 Ore che si riferiscono alle strade del 2013, quando polizia e carabinieri hanno verbalizzato più di 180mila incidenti con lesioni a persone. Un bollettino di guerra, che comunque fa registrare un calo progressivo rispetto agli anni precedenti: -2,2% rispetto al 2012, e nel 2014 il dato sarebbe sceso ancora del 3,8%.

Le città - Le statistiche fanno emergere il nome delle città con maggiore frequenza di incidenti. Da ricordare che le statistiche Istat registrano solo i casi in cui siano stati chiamati gli agenti a gestire la situazione. Bollino rosso per Genova, Rimini e Milano, con rispettivamente 131, 122 e 117 mezzi coinvolti in un sinistro ogni 10mila veicoli. Medaglie per la minor frequenza di incidenti invece a Medio Campidano in Sardegna, Agrigento e Cosenza. A livello nazionale si contano 335mila veicoli incidentati all'anno sul totale dei 49 milioni registrati al Pubblico registro automobilistico. Roma rimane la città con il maggior numero di mezzi (quasi 35mila) citati in un verbale di polizia.

Le condizioni - L'incidente-tipo stando ai dati avviene su rettilinei (quasi 150mila veicoli coinvolti all'anno), seguono poi l'incrocio, la curva e la rotatoria. Come si diceva è il mese di luglio ad avere il bollino nero per il numero di incidenti, seguito a ruota da giugno, maggio e settembre. La frequenza più alta si ha sulle strade urbane, con più di 250mila veicoli coinvolti; a sorpresa quelli coinvolti in incidenti su autostrada sono poco più di 18mila. Per quel che riguarda i giorni della settimana, il venerdì è il giorno peggiore per mettersi in strada, con il 15,5% degli incidenti con lesioni a persone. Il picco di pericolosità delle strade si ha tra le 17 e le 21; molto basse nelle ore del mattino fino alle 7 e in quelle serali dalle 23.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog