Cerca

Regione Lombardia

Favorì due collaboratrici: pm chiede il processo per Maroni

Il pm di Milano Eugenio Fusco ha chiesto il rinvio a giudizio di Roberto Maroni nell’ambito dell’indagine in cui è accusato di «turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente» e «induzione indebita» per presunte pressioni per far ottenere un lavoro e un viaggio a Tokyo a due sue ex collaboratrici. L’udienza preliminare comincerà il 30 settembre. Maroni, dunque, rischia di finire a processo e, nel caso di condanna, anche solo di primo grado, di dover lasciare la carica di governatore in applicazione della sospensione prevista dalla legge Severino.

Il governatore lombardo si difende scrivendo un post sul suo profilo Facebook: "ll pm Fusco - afferma - ha chiesto il mio rinvio a giudizio: me l'aspettavo e sono tranquillissimo. Si tratta di accuse ridicole (la promessa di un viaggio mai fatto, costo per la Regione: zero euro) destituite di ogni fondamento o rilevanza, formulate da un magistrato mosso da un evidente pregiudizio politico e incattivito dal clamoroso flop delle sue precedenti inchieste su Lega e Finmeccanica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    22 Luglio 2015 - 11:11

    Il magistrato Eugenio Fusco, forse è un altro della Magna Grecia ? Mi sa di si, ecco il perchè dell'odio verso Maroni leghista.

    Report

    Rispondi

  • secessionista

    21 Luglio 2015 - 18:06

    Un magistrato ridicolo non poteva fare altro che accuse ridicole, l'importante per lui è diventare famoso, cercando un pochino di notorietà .

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    21 Luglio 2015 - 17:05

    la grande macchina del fango PD non smette mai di mietere vittime.... Tanto anche se tra 10 anni verrà dimostrata l'estraneità dei fatti e assolto con formula piena, politicamante colpito e affondato!! - Forza Maroni!!!!!

    Report

    Rispondi

  • giovanna.brizi

    21 Luglio 2015 - 15:03

    Nn favorì nulla e ci sono le smentite a questa infamia , i messaggi originali sul cellulare di Maroni ,che nn hanno nulla a che vedere col favorire e lo dovreste sapere voi scribacchini! Ma Maroni vuole il referendum e allora provano a fermarlo con ogni mezzo! Toghe rosse in azione ....andate affanculo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog