Cerca

Vite rovinate

Puglia, scambio di culla alla nascita: due ragazze di 26 anni chiedono 14 milioni di euro di danni

Puglia, scambio di culla alla nascita: due ragazze di 26 anni chiedono 14 milioni di euro di danni

Una richiesta danni da 14 milioni di euro per essere stata scambiate in culla: tanto può valere l'errore che ha sconvolto la vita di due ragazze, scambiate in culla 26 anni fa all'ospedale di Canosa, in Puglia, ed emerso nel 2012 dopo aver visto alcune foto delle giovani su Facebook. Antonella, una delle due ragazze, il 22 giugno 1989 fu affidata subito dopo il parto cesareo alla famiglia sbagliata, diversa da quella dei genitori biologici, e nel 2008 adottata da una coppia di Foggia. L'altra, Lorena, a 18 anni ha lasciato la famiglia sentendosi "fuori posto". Una storia straziante che ha portato Antonella e i suoi veri genitori a chiedere un risarcimento danni milionario alla Regione Puglia: 9 milioni di euro, per essere stata costretta a crescere in una famiglia indigente e con un fratellino acquisito gravemente malato. 

L'altra richiesta - Oltre alla richiesta di risarcimento danni proposta contro la Regione Puglia e in corso al Tribunale di Trani, c'è anche una seconda richiesta di risarcimento danni del valore di 5 milioni di euro in corso dinanzi al Tribunale di Bari. A chiedere i danni alla Asl Bari è stata Lorena. La prima udienza del procedimento che si sta celebrando dinanzi al giudice Valeria Spagnoletti, si è tenuta lo scorso 29 aprile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog