Cerca

In auto

Cellulare killer: selfie e sms in testa alle cause di incidente

Cellulare killer: selfie e sms in testa alle cause di incidente

I selfie con il telefonino in auto al semaforo, al parcheggio, o addirittura in movimento. Una moda ormai dilagante. E, ovviamente, pericolosissima. Mandare una mail, un sms o un whatsapp moltiplica fino al 23% il rischio di incidente ed è la prima causa di decessi al volante. In un servizio oggi su La Stampa, Roberto Sgalla, il direttore centrale della Polizia stradale, spiega dati e cause. "Negli studi comportamentali gli psicologi spiegano che oggi chi guida fa anche altro: con la vettura in movimento installa il navigatore, guarda la tv sull'ipad, legge ibook, gioca col computer, carica il lettore mp3, riceve e manda sms, parla al cellulare". Insomma, guidare annoia, si fa altro, e questo causa disattenzione e incidenti. "Velocità eccessiva, alcol, droga possono essere controllati con il tutor e i test, la distrazione provocata dalla tecnologia no", aggiunge.

Secondo i dati Aci e Istat, il 20,1% degli scontri è provocato da distrazioni dovute all'uso dello smartphone. I guidatori più imprudenti sono quelli del Nord: qui il 42% dei conducenti guida con un occhio sullo smartphone, contro il 29,3% del Centro e il 28,5% di del Sud. Quando un'auto è in movimento, i due secondi che servono a leggere un sms ricevuto sono pari a trenta metri senza guardare la strada. Per non parlare del caso in cui il conducente risponde all'sms. "Per reprimere il fenomeno, servono nuovi mezzi, tipo i varchi per accertare a distanza se il cellulare di chi guida si aggancia a una cella", aggiunge Sgalla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcinkus.marpo

    26 Luglio 2015 - 20:08

    Visto che le persone difettano di buonsenso, vietare l'uso dei cellulari alla guida, è anche vero e lo si può constatare tutti i giorni che molti anche se non sono in auto ma ha piedi mentre camminano e parlano al cellulare vivono in su un'altro pianeta attraversano la strada con il rosso si gettano letteralmente sotto le auto etc. etc.

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    22 Luglio 2015 - 14:02

    tontolomeo cambia giornale.

    Report

    Rispondi

  • tontolomeo baschetti

    22 Luglio 2015 - 14:02

    Libero: una sfiga continua.

    Report

    Rispondi

    • allianz

      22 Luglio 2015 - 19:07

      Se lei definisce libero una sfiga continua,vada a leggersi l'Unità. che è più adatto al suo "lignaggio".Lei è un tipo che mi ricorda un tizio che,tanti anni fa,spediva lettere di protesta kilometriche alla redazione di "Le ore"puntualmente pubblicate.,dicendo che le donne raffigurate erano tutte mi::gnotte ecc ecc ecc.E la redazione gli rispondeva..."Scusi perchè lo legge e poi protesta"?

      Report

      Rispondi

blog