Cerca

E noi paghiamo...

L'Anas vuole introdurre la tariffa stradale

L'Anas vuole introdurre la tariffa stradale

Introdurre un modello tariffario prendendo a riferimento i sistemi di tariffazione per altri servizi di rete  regolamentati, come energia elettrica, gas, acqua, telecomunicazioni e aeroporti. È questa una possibile soluzione per consentire all’Anas  di perseguire l’obiettivo strategico di autonomia finanziaria. A  indicarlo il presidente della società Gianni Vittorio Armani, nel  corso di un’audizione alla Camera. "Stiamo lavorando con il Governo - ha spiegato Armani parlando a  margine dell’audizione - per un piano pluriennale stabile, non legato  ad esigenze del momento, anche politiche". Per questo, serve "un piano di autofinanziamento con risorse certe, prevedendo una tariffa  stradale. Si tratta di un modello più efficiente rispetto a quello attuale che consente di far risparmiare lo Stato e non comporta oneri  aggiuntivi per il contribuente". Armani ha anche specificato che per tariffa stradale "non si intende un pedaggio".

Grazie a questo nuovo sistema di tariffazione, sarà  possibile "attingere al mercato dei capitali" e "finanziare in modo adeguato gli investimenti oggi a carico della fiscalità generale". Andranno definiti, detto Armani, i livelli di servizio a favore  dell’utenza e i corrispondenti parametri tariffari. Il modello tariffario dovrà in ogni caso garantire, insieme all’integrazione del canone di concessione e agli altri ricavi connessi alla gestione della rete, la copertura dei costi operativi, il rimborso del capitale  investito, la remunerazione del capitale investito. La durata della  concessione andrà adeguata almeno fino al 2052.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Angeli1951

    24 Luglio 2015 - 15:03

    Ora capisco perchè le strade sono delle mulattiere!!! Tutte le tasse che ci vengono estorte non sono per i servizi ma sono un pizzo imposto dalla cosca, nullafacente e forse mafiosa, che s'ingrassa con quei denari.

    Report

    Rispondi

  • Il Popolo

    23 Luglio 2015 - 17:05

    Ottima Idea. Via tutte e ripeto TUTTE le tasse e pago i servizi. Naturalmente voglio i bilanci in chiaro con i dettagli costi e ricavi e così evitiamo tangenti e furti politici quali le mazzette per il libro, l'associazione le varie onlus ecc. ecc. Magari mettiamo anche servizi in concorrenza....... mi scappa da ridere al solo pensiero che avremo politici poveri

    Report

    Rispondi

    • gianniob

      24 Luglio 2015 - 08:08

      Condivido pienamente

      Report

      Rispondi

  • Yossi

    23 Luglio 2015 - 15:03

    Tutte balle l inefficienza dell ANAS non è certamente dovuta alla mancanza di finanziamenti ma alla incapacità dei dirigenti; cosa c entrano i crolli e gli scandali delle tangenti con l introduzione di novità ridicole ? L unica cosa da fare visto che non hanno la dignità di andarsene da soli, e quella di cacciarli a pedate sonore per non dire altro.

    Report

    Rispondi

  • Spartacus60

    23 Luglio 2015 - 15:03

    x La Procura di Spoleto In merito agli attuali controlli per verificare gli spessori della galleria La Franca del Quadrilatero,suggerisco di far effettuare tale controllo ad un'azienda certificata estera,infatti non ci dimentichiamo il magheggio dei dati del laboratorio (dati falsi ma certificati) fatti fare per i conci prefabbricati per la galleria della TAV di Firenze.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog