Cerca

Dal 25 marzo

Linate-Fiumicino
diventa low-cost
coi cinque voli
al giorno di Easyjet

La compagnia inglese sbarca sulla rotta aerea più trafficata d'Italia, con tariffe a partire da 29 euro e 75 centesimi a tratta

Linate-Fiumicino
diventa low-cost
coi cinque voli
al giorno di Easyjet

Non sarà la prima volta di una compagnia diversa da Alitalia sulla Linate-Fiumicino. Perchè, prima di essere assorbita dalla compagnia di bandiera, a rompere il monopolio sulla rotta più trafficata (e un tempo redditizia, ora chissà) d'Italia era stata la Air One di Carlo Toto. Ma è la prima assoluta di una low cost, con prezzi (almeno quelli di partenza) veramente da urlo: 29 euro e 75 centesimi a tratta. A dare un'alternativa ai giaggiatori è l'inglese Easyjet, già compagnia numero 1 sull'aeroporto di Malpensa. Dal 25 marzo (ma il servizio andrà a pieno regime dall'8 aprile) offrirà cinque voli giornalieri di andata e ritorno (che si riducono a due nei fine settimana) tra il primo e il terzo aeroporto d'Italia.

Ad annunciarlo Frances Ouseley, country director per l'Italia, sottolineando che ''l'iter e' stato lungo ma ce l'abbiamo fatta''. Il 23 gennaio scorso il Consiglio di Stato ha infatti messo fine al monopolio di Alitalia sul collegamento. Easyjet conta di trasportare 350-400 mila passeggeri sulla rotta Linate-Fiumicino nel primo anno di attivita'. Rimane ancora ''un piccolo vantaggio per quello che e' stato il monopolista'', ha aggiunto Ouseley, ricordando ''noi avevamo chiesto otto voli al giorno''. I collegamenti offerti saranno collocati nella prima fascia del mattino e nell'ultima del pomeriggio-sera, per offrire comode andate e ritorno in giornata tra Milano e Roma. L'acquisto dei biglietti e' gia' disponibile sul sito web della compagnia e sui sistemi di distribuzione delle agenzie di viaggio.

L'Italia è un paese importante per la compagnia low cost inglese, che nel 2012 ha incrementato del 9% gli investimenti, rispetto al 2011, arrivando ad innalzare i posti disponibili fino a quota 13.900. ''Anche i nostri passeggeri - ha spiegato Ouseley - sono aumentati all'incirca del 9% nel 2012'', cosi' come la forza lavoro: +7/8% di dipendenti rispetto all'anno precedente. Per il primo semestre 2013 EasyJet ha annunciato l'inaugurazione di 14 nuove rotte tra l'Italia e l'Europa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fofetto

    11 Febbraio 2013 - 16:04

    Cosa farà ora il sindacato massacratore? Sono proprio curioso di sapere. Che insipienti!

    Report

    Rispondi

blog