Cerca

Hacking team, finisce sul web il manuale per diventare spia

Hacking team, finisce sul web il manuale per diventare spia

Una specie di manuale, disponibile online, per darsi allo spionaggio. Per diventare hacker un po' come la Lisbeth Salander di Uomini che odiano le donne. Dopo l'hackeraggio ai danni della società milanese Hacking Team, che forniva i suoi prodotti a una una serie nutrita di clienti, dai governi alle forze dell'ordine di molti Paesi del mondo, nascono molti dubbi sul materiale finito in rete, sul fatto che possa essere pericoloso o meno.

Il Fatto Quotidiano spiega che il Ministero dell'Interno tende a minimizzare l'accaduto, spiegando che "tutte le società informatiche hanno cominciato a elaborare antivirus che impediscono a questo sistema di intercettare e spiare i computer e i telefonini". Il quotidiano diretto da Marco Travaglio precisa però che questo vademecum, piuttosto semplice da comprendere, si trova facilmente. I file si possono scaricare e le istruzioni occupano meno di 130 pagine, che non sono neppure così complesse da interpretare. Questo basterebbe, in mancanza di un antivirus efficace, a rendere vulnerabili smartphone e dispositivi elettronici. Che gruppi terroristi possano utilizzare il sistema, conosciuto con l'acronimo Rcs, è estremamente improbabile. Ma la guida è online, a disposizione di tutti. La conclusione? "La sensazione di trovarsi di fronte a un apprendista stregone - si legge sul quotidiano - che ha perso il controllo della situazione è forte se si scorre la lista dei clienti che hanno foraggiato con milioni di euro in questi anni Hacking Team comprando la licenza per l' uso della sua arma informatica. La Polizia Postale (in cambio del software e del manuale ora disponibile a tutti e anche dell' assistenza), ha speso per esempio una somma che supera gli 800 mila euro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog