Cerca

Asti

Tabaccaia uccisa: fermato un 46enne, ha confessato

Tabaccaia uccisa: fermato un 46enne, ha confessato

Il responsabile dell'omicidio della tabaccaia uccisa ad Asti con 44 coltellate è stato preso. Nel corso del pomeriggio Pasqualino Folletto, un magazziniere italiano di 46 anni incensurato, ha confessato tutte le dinamiche della rapina finita male, un’ipotesi che inizialmente era stata scartata dagli inquirenti. Maria Luisa Fassi era stata trovata morta all'interno del suo negozio lo scorso 4 luglio, in un lago di sangue. I soldi rimasti all'interno dell'esercizio commerciale (ben 4.500 euro) e le modalità efferate dell'omicidio avevano fatto pensare a un delitto passionale. L'assassino è stato sentito a lungo alla presenza del pm Luciano Tarditi, che ha coordinato l’inchiesta sull'omicidio della tabaccaia e ha rivelato di avere perso la testa ed il controllo di fronte al rifiuto della donna di dare i soldi e davanti alle sue urla.

Un indagine perfetta - I carabinieri hanno sottolineato che l'arresto è: "frutto di un meticoloso incrocio di numerosi elementi investigativi: immagini estratte dalle telecamere cittadine, attività tecniche e di sorveglianza dinamica nonché numerosissime escussioni testimoniali". Alle indagini dell’Arma astigiana hanno collaborato il Ros di Roma, Torino e Milano, supportati dal Reparto Analisi Criminologiche Sezione Psicologia Investigativa del Racis di Roma e dai colleghi del Ris di Parma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlamasel

    26 Luglio 2015 - 10:10

    certo che era leghista,se lo stato lo avesse aiutato ,come fa con gli immigrati,forse potrebbe ancora fare il padre. poi se ho letto bene su altro gionale,il papà della signora prova pena per quest uomo.questo divce tutto ,evidentemente solo i politici non capiscono

    Report

    Rispondi

  • antcarboni

    25 Luglio 2015 - 10:10

    Per quei pseudo giornalisti a caccia di fango sarebbe giusto un po' di vacanze al fresco di Poggioreale, Regina Coeli, Favignana e altre località fresche!

    Report

    Rispondi

  • ferdi1512

    25 Luglio 2015 - 09:09

    X chi non lo sapesse, ancora, non solo era italiano, non solo era del nord, era pure leghista!!!! E tacete un po.razzisti e cornuti, lo sanno tutti, che il vostro odio, deriva, dal sapere, che alle vostre donne, piacciono, meridionali e neri, diversita' e multicolori,,voi uomini invece, siete solo frustati e rancorosi......datevi una calmata, e dateci sotto!!!!!

    Report

    Rispondi

    • blues188

      25 Luglio 2015 - 19:07

      ferdi15 oltre che a parlare (che non è la stessa cosa dello scopare) siete bravi a rubare e a non rispettare le regole. Questo è indubbio, non è un'opinione. In una parola siete terroni.

      Report

      Rispondi

  • kufu

    25 Luglio 2015 - 07:07

    Smentiti tutti i criminologi che volevano il delitto passionale. Non è rom, non è islamico, ma italiano e padre di famiglia. Salvini che tortura, che tortura questa campagna stampa, di qualcosa di dx

    Report

    Rispondi

    • blues188

      25 Luglio 2015 - 08:08

      Io sono razzista, si, eccome! E di fronte alla comunità rossa lo divento anche di più. Mi urtano i comunisti e le loro posizioni nate dal loro servilismo all'ideologia. Mi urtano i commenti come questo di kufu che pur di dare contro qualcuno insultano prima di tutto il buon senso e i loro stessi genitori italiani. Ti devono aver allevato molto molto male, piccolo uomo rosso.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog