Cerca

Il delitto di Yara

Gli avvocati: "Massimo Bossetti detenuto a rischio, deve uscire dal carcere"

Massimo Giuseppe Bossetti

Massimo Bossetti è "un detenuto a rischio. Deve lasciare il carcere ed essere trasferito in una comunità terapeutica". Con questa motivazione Claudio Salvagni e Paolo Camporini, difensori del muratore di Mapello arrestato per l'omicidio di Yara Gambirasio, chiedono alla Corte d'Assise di Bergamo che gli vengano concessi gli arresti domiciliari in una comunità della Bergamasca che ha già dato la sua disponibilità ad accoglierlo. Riporta il Giorno che la Corte deciderà dopo avere ascoltato il parere del pm Letizia Ruggeri.

Spiega l'avvocato Salvagni: "Vogliamo essere tranquilli con la nostra coscienza, viste la delicatezza del momento che sta vivendo Bossetti e la fragilità del suo attuale stato psicologico". L'istanza è peraltro fondata su una relazione dello psichiatra Alessandro Meluzzi, consulente della difesa, che mercoledì ha parlato per un'ora con Bossetti in carcere: "E' una persona in gravissima sofferenza psichica. L'ho visto provatissimo, affranto. C'è il rischio che reiteri il suo gesto. Mi ha raccontato che già dall'inizio della detenzione si era munito di lacci e altro". Tentato suicidio che però è stato smentito dalla Procura di Bergamo e dal sindacato della polizia penitenziaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilforziere

    25 Luglio 2015 - 18:06

    Certo che tenerlo ancora in carcere questa ė un ingiustizia...dovranno poi risarcirlo visto che ė evidente che non sanno che pesci pigliare!!!

    Report

    Rispondi

  • marioangelopace

    25 Luglio 2015 - 17:05

    si diceva : silenzio, entra la Corte (si decidesse a entrare, certo)

    Report

    Rispondi

  • routier

    25 Luglio 2015 - 09:09

    Non entro nel merito della colpevolezza o innocenza di Bossetti, tuttavia sono certo che tenere in galera per tanto tempo un tizio senza processarlo è una,,,,,,,,,,,, giustizia italica ! (l'aggettivo mancante è a piacer vostro)

    Report

    Rispondi

    • bettely1313

      25 Luglio 2015 - 14:02

      il trattamento persecutorio da parte degli inquirenti contro Bossetti è evidente. Bossetti è più di un anno che è in carcere tenuto prigioniero in attesa di giudizio. Forse il problema sono le donne giudici, costoro ancora non hanno quel meccanismo mentale come un uomo che ormai sa recepire più agevolmente per arrivare alla verità. Le donne devono ancora apprendere molto dal campo forense maschil

      Report

      Rispondi

  • japiro

    25 Luglio 2015 - 09:09

    avendole provate tutte per farlo uscire dal carcere ora si sono inventati un falso suicidio... certo che vuoi che dica il buon Meluzzi è di parte... ma non scordiamoci che per ben sei volte è stata rigettata la scarcerazione...GIP-GUP-Riesame e Cassazione... Una domanda al Prof. Meluzzi ...e quando verrà definitivamente condannato all'ergastolo come si sentirà???? sono gradite risposte.

    Report

    Rispondi

    • eden

      25 Luglio 2015 - 19:07

      Bravo @japiro gente come lei giustizialista vuole solo un colpevole, una condanna senza prove certe, le auguro che nella sua vita sia indagato almeno una volta poi vediamo se ragiona ancora così. A seguito di una ritorsione avevo denunciato penalmente un pubblico funzionario, da parte offesa mi ero trovato indagato,ebbene ho vinto la guerra dopo 23 anni,ora mi devono risarcire x la vita distrutta.

      Report

      Rispondi

blog