Cerca

Spending review

Sanità, tutti i tagli di Renzi a esami, ricoveri e visite. Sanzioni ai medici che sgarrano. Protesta: "Un super-ticket mascherato"

Sanità, tutti i tagli di Renzi a esami, ricoveri e visite. Sanzioni ai medici che sgarrano. Protesta: "Un super-ticket mascherato"

Il governo agirà con decreto per far approvare i tagli alla sanità annunciati dal commissario alla spending review Yoram Gutgeld domenica su Repubblica. Oggi in aula arriveranno misure da 2,3 miliardi di euro per il 2015 e altrettanti nei prossimi 2 anni, e non si esclude la fiducia perché la volontà di Palazzo Chigi è quella di blindare ogni provvedimento in cantiere in queste settimane e arrivare a tappe forzate all'annunciata "rivoluzione fiscale". 

Il "super-ticket" su esami e visite - "Non saranno tagli lineari", ha annunciato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ma di certo faranno male, soprattutto a medici e dirigenti sanitari che hanno già criticato apertamente il pacchetto. Taglio alle prestazioni specialistiche (visite, esami strumentali e di laboratorio) non necessarie. Di fatto, chi sarà fuori dalla lista di esami ammessi dovrà pagare di tasca propria, motivo per cui Costantino Troise, segretario di Anaao-Assomed (medici dirigenti) a Repubblica parla di un "super-ticket mascherato sulla sanità" e di "impoverimento del servizio pubblico".

Stretta sui ricoveri - Stretta anche  sui ricoveri per riabilitazione, secondo la medesima filosofia: chi resta in degenza oltre le nuove soglie dovrà pagare in percentuale per ogni giorno in più, con controlli e penalizzazioni per medici e strutture.

Stipendio tagliato ai medici - Pagheranno i pazienti e pagheranno anche gli stessi medici che prescrivono esami non necessari, la "medicina difensiva" di cui parlava anche Gutgeld e che evita contese legali con i pazienti. Chi esagera con gli esami, si vedrà lo stipendio tagliato. E anche qui la protesta dei medici è forte: "Chi lo decide se un esame non è necessario? - chiede polemicamente Troise - Un gruppo di tecnocrati? La strada è quella della legge di responsabilità professionale, che invece giace da anni in Parlamento".

Sanzioni agli ospedali in rosso - Gutgeld puntava il dito anche sugli ospedali con i bilanci poco trasparenti o in rosso, per cui saranno previste sanzioni. Inoltre, saranno razionalizzate le strutture: niente ricoveri nelle strutture convenzionate con meno di 40 posti letto e riduzione degli stipendi del personale.

Centrale unica di acquisto - Il Ministero della Salute istituirà un osservatorio che monitori i prezzi dei dispositivi medici (con tetto alla spesa del 4,4%), primo passo per la famosa "centrale unica di acquisto" che permetterebbe di acquistare l'ormai proverbiale siringa allo stesso prezzo al Nord e al Sud. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eziocanti

    13 Agosto 2015 - 13:01

    I veri DEM-enti che votano pedestremente il PD-ota che ne pensano ? A già, ma loro mica pensano, per pensare ci vuole un cervello. Saluti trinariciuti !!!

    Report

    Rispondi

  • Crocco2

    27 Luglio 2015 - 22:10

    Sindacati medici dimostrate di esistere scioperate per tre mesi e mandate la lorenzin e renzi a farsi curare dai veterinari. Questi cattocomunisti travestiti da sapienti posatori hanno portato l'Italia ad un livello simile alla grecia e noi cosa facciamo subiamo e aspettiamo che ci finiscono lentamente ascoltando le corbellerie che ci propinano ogni giorno. Libertà battiamoci per riconquistarla!!!

    Report

    Rispondi

  • francesco assumma

    27 Luglio 2015 - 19:07

    Questo " ragazzo " ( Renzi ) è diventato ormai un incubo per tutti gli italiani. Appena dichiara che diminuirà le tasse ecco la nuova stangata con l'eliminazione delle agevolazioni agli ammalati, lavoratori e pensionati ma dell'effettivo abbattimento della spesa pubblica non si parla mai anzi aumenta. E' un'offesa al cittadino che si vede sempre assottigliare se non eliminare quei pochi servizi

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    27 Luglio 2015 - 17:05

    il Marchese del Grillo ha ragione io so io voi non siete un cazzo, se hai i soldi ti curi altrimenti crepi. ma la stessa regola vale anche per i clandestini i rom e gli immigrati ? ridatece er puzzone e liberateci dallo scemo fiorentino .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog