Cerca

Branzini, orate, anguille

Acqua troppo calda in laguna: 40 tonnellate di pesce morto a Orbetello

Acqua troppo calda in laguna: 40 tonnellate di pesce morto a Orbetello

L'acqua ha raggiunto temperature che definire tropicali è poco: 35 gradi. E nella laguna di Orbetello, in Toscana, è strage di pesci. Si tratta principalmente di orate, spigole, cefali e anguille, la cui morte sarebbe ascrivibile alla mancanza di ossigeno nelle acque, legata al grande caldo.

Come riporta tgcom24mediaset.it, il sindaco Monica Paffetti ha dichiarato che per il momento "sono state fissate barre di contenimento per una lunghezza di circa 300 metri per evitare il passaggio del pesce morto dalla laguna di levante e di ponente; in parte sono state usate per concentrare il materiale al fine di facilitarne la raccolta, ieri di 40 tonnellate. Oggi invece - ha aggiunto - sono stati montati quattro chilometri di rete da pesca sempre con funzione di contenimento per delimitare l'area interessata dal fenomeno". In queste ore si sta preparando la richiesta per ottenere lo stato di calamità naturale. I danni calcolati fino a questo momento ammontano a circa quindici milioni di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wall

    28 Luglio 2015 - 23:11

    Questo succede per l'ingordigia di questi allevatori ittici che di pesce vedono solo il risultato in euro, non hanno pensato che con questo caldo è preferibile "liberare " questi pesci in mare? Ne avrebbero senz'altro avuto più benefici prima gli stesi pesci e poi questi rincoglioniti di allevatori ittici che di pesce adesso sentiranno la loro puzza di putrefazione. Grazie Natura..........

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    28 Luglio 2015 - 17:05

    volendo si poteva trarre in salvo mandandoli in laguna piu a fondo

    Report

    Rispondi

blog