Cerca

Povera Italia

La previsione di Jay Simons per il 2100: parte dell'Italia sommersa dall'acqua, Milano si affaccerà sul mare

La previsione di Jay Simons per il 2100: parte dell'Italia sommersa dall'acqua, Milano si affaccerà sul mare

Milano affacciata sul mare. Non è il sogno di milanesi senza la casa in Liguria, ma la previsione del graphic designer slovacco Jay Simons, che ha realizzato una cartina illustrativa di come sarà l'Italia nel 2100. Secondo le catastrofiche previsioni l'Italia verrà invasa dal mare, la pianura padana sparirà, così come parte della Puglia e come l'intera Roma, mentre Napoli diventerà un'isola. Per non parlare di Venezia, addio alla città che sorge sull'acqua, diventerà un'altra Atlantide. Il tutto sarebbe provocato dalla mano dell'uomo: sfruttamento folle del suolo, inquinamento e deforestazione faranno sparire fra meno di un secolo grosse porzioni d'Italia. Allarmismo ingiustificato? Forse, perché per questa previsione non si dispone di una qualche spiegazione scientifica. Però che la mano dell'uomo stia seriamente mettendo in pericolo il pianeta determinando conseguenze di gravità inimmaginabile, quello sì che è vero. Senza alcun dubbio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roberto19

    roberto19

    25 Agosto 2015 - 22:10

    Non resta che investire nell'industria ittica ... avrà un gran futuro!

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    15 Agosto 2015 - 12:12

    2100? Poco male,sarò morto e cremato e,spero all'asciutto.

    Report

    Rispondi

  • maffysan

    14 Agosto 2015 - 23:11

    Quali competenze potrà mai vantare codesto Jay Simons in climatologia? @ Jay: PRRRRRRRRRRRRRRR!!!

    Report

    Rispondi

  • alicesar

    09 Agosto 2015 - 16:04

    Finalmente la Padania libera da clandestini, zingari e mafiosi. Ci costruiremo case sulle palafitte e, copiando da venezia, riconquisteremo il mondo.

    Report

    Rispondi

    • infobbdream@gmail.com

      infobbdream

      15 Agosto 2015 - 08:08

      venezia era ricca per il libero mercato, ed era piena di mori, tanto che ne hanno immortalati due a suonare sempre e stesse campane in piazza, potremmo ripristinare riva degli schiavoni così da guadagnare qualche zecchino con l'arrivo dei clandestini ed riaprire il florido mercato degli SCHIAVI!, ciao, a no scusa IL SALUTO CIAO si riferiva alla parola SCHIAVO, non vorrei offendere.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog