Cerca

Le bionde che avvelenano

Napoli, tornano le sigarette di contrabbando ma sono tossiche

Napoli, tornano le sigarette di contrabbando ma sono tossiche

Tornano le sigarette di contrabbando. L'allarme arriva da Napoli per anni "capitale" del traffico illegale di bionde che tanto ha fruttato alla criminalità e che alla fine degli anni Ottanta, primi Novanta era stato (sembrava definitivamente) cancellato. A darne notizia il quotidiano napoletano, Il Mattino che però lancia anche un allarme: le sigarette vendute illegalmente sono di scarsa qualità. Di più: hanno un altissimo tasso di tossicità. Si tratta di sigarette lavorate con sostanze velenose che triplicano la pericolosità delle già nocive bionde

Illegalità diffusa -  A gestire l'affare è la camorra  che si occupa - informa Il Mattino - sia dello stoccaggio che della gestione della merce sul territorio. Arrivano soprattutto dall'Est. Sui pacchetti ci sono nomi come D&B, Yesmoke, 777, Cheal White, più altre marche impronunciabili e scritte in cirillico. Si trovano nelle strade del centro storico di Napoli a prezzi stracciati: vanno dai due ai tre euro e cinquanta. In giro si trovano Chesterfield e Marlboro falsi, pacchetti che riproducono fedelmente quelli originali ma sono prodotte in Ucraina e in Cina e contengono prodotti altamente tossici. Le sigarette sono state analizzate e si è scoperto che contengono cadmio, toluene, ammoniaca, diversi acidi e in alcuni casi  persino l' arsenico. Eppure il mercato va a gonfie vele. Il giornalista del Mattino cita i dati del 2013 in cui erano stati identificati e denunciati  i 878 contrabbandieri sorpresi a gestire le vendite al dettaglio, il 103 per cento in più rispetto ai primi 11 mesi del 2011. Nel 2014 sono state accertate 3844 violazioni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LorenzoMI

    20 Agosto 2015 - 21:09

    Carissimi napoletani, sono stufo di pagarvi le cure mediche, smettete di fumare, soprattutto le sigarette di contrabbando: costano meno solo a voi, ma all'italia che conta costano troppo

    Report

    Rispondi

blog