Cerca

Benvenuti al Sud

Amalfi, la denuncia di due consiglieri veneti: "Non ci hanno fatto parcheggiare perché siamo del Nord"

Amalfi, non li fanno parcheggiare perché sono del nord

"Siete del nord? Qui non potete passare". Se lo sono sentito dire due consiglieri comunali di Cittadella e di Galliera Veneta (comuni in provincia di Padova) in vacanza ad Amalfi, splendida città campana. La storia è apparsa sulle pagine del Mattino di Padova, e riporta il racconto dei due protagonisti, Luigi Sabatino e Paolo Bianco: "Eravamo su due auto con le rispettive famiglie e in quel momento, tra la prima auto e la seconda, vi era solamente un autobus di linea". La prima auto, guidata da Sabatino, è entrata in un parcheggio, mentre la seconda... "Inspiegabilmente una vigilessa ha spostato una transenna per bloccare il passaggio", e Bianco è dovuto rimanere fuori dall'entrata del parcheggio. I due consiglieri comunali cercano di protestare contro la vigilessa, che di rimando risponde loro che avrebbe fatto entrare chi voleva lei e che "quelli del nord non sono ben accetti". Un altro vigile ha poi rincarato la dose: "voi del nord cosa venite a fare? Con quella faccia come te la sei comprata sta macchina?". Traffico bloccato e consiglieri comunali umiliati. Senza apparente motivo.

La lettera - Così decidono di andarsene con le loro famiglie e di scrivere una lettera al sindaco di Amalfi, che così recita: "Egregio Signor Sindaco, la nostra lettera per significarLe tre cose principalmente. La prima che Amalfi per storia e ricchezza culturale non merita questi tre vigili per il loro atteggiamento umano, la seconda che in 60 km di Costiera in una giornata di altissima stagione l’unica coda, durata quasi mezz'ora, l’abbiamo fatta ad Amalfi in quell'incrocio, quindi sarebbero da rivisitare anche le capacità professionali di questi tre personaggi, la terza che, con tutta franchezza, non sappiamo cosa dire ai nostri figli di 19, 14, 8, 6 e 2 anni, per giustificare l’accaduto, se non che ad Amalfi se sei del nord non ti devi fermare… Per questo La invitiamo in Veneto a spese nostre per un weekend, in un periodo di suo gradimento, al fine di farle visitare le Mura di Cittadella e la Villa Imperiale di Galliera Veneta e le nostre due ridenti cittadine e poterLe permettere, magari davanti ad un buon bicchiere di vino, di raccontarci la Sua Città da quel punto di vista che tutto il mondo conosce che è completamente diverso da quello vissuto il 20 agosto 2015 da due famiglie del Nord".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LucioCornelio

    LucioCornelio

    29 Agosto 2015 - 14:02

    Il mio nome è Carlo Izzo. Sono un ingegnere napoletano. Faccio personalmente le scuse ai sigg.ri consiglieri di Cittadella e di Villa Imperiale, che si son trovati a subire un esempio del più allucinante e vergognoso esempio di inciviltà e maleducazione. Protesto contro la leggerezza di mettere in istrada, al lavoro, e quindi in contatto con la gente, persone come le vigilesse in oggetto.

    Report

    Rispondi

  • ValeryMonaco

    28 Agosto 2015 - 18:06

    Che bei cretini! Chi vi ha detto di andare al Sud. Chi lo conosce lo evita: E non da oggi.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    28 Agosto 2015 - 17:05

    ...non ci credo!Non hanno trovato il"parcheggiatore" di turno!!

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    28 Agosto 2015 - 17:05

    Terroni che altro

    Report

    Rispondi

blog