Cerca

Il caso

Cuneo, colletta tra i cittadini per acquistare l'hotel ed impedire l'arrivo dei migranti

Cuneo, colletta tra i cittadini per acquistare l'hotel ed impedire l'arrivo dei migranti

Ormea, provincia di Cuneo. In arrivo una trentina di migranti, attesi tra quindici giorni. E i cittadini si ribellano. Come? Mettono mano al portafoglio per acquistare un albergo, pur di non accoglierli. Una forma di resistenza che viene condivisa dal sindaco, Giorgio Ferraris, sostenitore di Matteo Renzi, del quale però non condivide la politica messa in atto per arginare l'emergenza profughi: "Non c'è dubbio - spiega - che questo modo di parcheggiare gli immigrati in piccoli centri crei solo tensioni e diffidenza. Sono persone che non hanno certezze sul loro futuro, che dovrebbero rimanere un mese, al massimo due e dopo anni sono ancora nella stessa situazione". E così, per scongiurare lo scenario, i cittadini sono pronti ad acquistare in cordata l'hotel Albergo Dell'Olmo, destinato ad ospitare i migranti dopo aver dato la sua disponibilità. Una quarantina di persone, che vivono nello stesso condominio dell'hotel, hanno spiegato di voler dar vita "ad un gruppo di persone, ognuna delle quali potrà investire la somma che vuole". Diego Odello, commerciante e capofila del progetto, spiega: "Il capitale necessario è pari a 50mila euro e se raggiungeremo la cifra, proporremo al titolare dell'albergo, che si è già detto disponibile ad ascoltarci, di rilevare la gestione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    04 Settembre 2015 - 07:07

    Macchè acquistare l'albergo...Dategli fuoco.la struttura verrà dichiarata inagibile e pertanto nessuno potrà riempirlo di m**da.Vi terrete così i vostri soldi in tasca che di questi tempi di vendita pentole servono sempre.

    Report

    Rispondi

  • etano

    03 Settembre 2015 - 13:01

    Operazione condivibilissima per la tutela del territorio e di vi abita lavorando, pagando le tasse e creando nuclei famigliari nel pieno rispetto della Legge. Ma temo che il prefetto di Cuneo, se né ha facoltà, potrebbe imporre comunque l'apertura dell'hotel alla feccia marcia clandestina oltre ogni tentativo pur legittimo di far resistenza da parte del Popolo Cuneense.

    Report

    Rispondi

  • etano

    03 Settembre 2015 - 13:01

    Operazione condivibilissima per la tutela del territorio e di vi abita lavorando, pagando le tasse e creando nuclei famigliari nel pieno rispetto della Legge. Ma temo che il prefetto di Cuneo, se né ha facoltà, potrebbe imporre comunque l'apertura dell'hotel alla feccia marcia clandestina oltre ogni tentativo pur legittimo di far resistenza da parte del Popolo Cuneense.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    03 Settembre 2015 - 12:12

    Giorni fa sul televideo RAI è uscita una nota: "il governo cerca 20.000 alloggi per i migranti". Ora, io mi immedesimo nelle migliaia di padri di famiglia che hanno lo sfratto esecutivo e che, grazie sempre al governo e alle sue leggi innovative, deve vivere sotto la minaccia del blocco delle proroghe (altra maialata che la sx ha applaudito...mah!). Quale volete che sia il suo stato d'animo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog