Cerca

Condannato

Omicidio di Marta Russo, Giovanni Scattone insegnerà psicologia al liceo

6
Omicidio di Marta Russo, Giovanni Scattone insegnerà psicologia al liceo

Il professor Giovanni Scattone insegnerà Psicologia all'Istituto professionale Luigi Einaudi di Roma. Dopo due processi d'appello, un ricorso in Cassazione e la condanna per l'omicidio colposo di Marta Russo, uccisa da un proiettile partito dalla facoltà di Giurisprudenza della Sapienza il 9 maggio del 1997, l'ex assistente di filosofia del diritto, che si è sempre detto innocente e non è stato interdetto dall'insegnamento, ha superato il concorso a cattedra del 2012, classificandosi decimo nell'Ufficio Scolastico del Lazio e quindi, riporta il Corriere della Sera, grazie alla tornata di assunzioni della Buona Scuola, ha ottenuto la cattedra. Potrà insegnare Storia della filosofia, Psicologia e Scienze dell'educazione. 

Già nel 2011 si era tornati a parlare di Scattone quando gli fu assegnata una supplenza in Storia e filosofia al Liceo Cavour di Roma, lo stesso dove aveva studiato la povera Marta Russo. Dopo le polemiche abbandonò l'incarico e negli ultimi anni ha insegnato in diverse scuole.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tiberio1

    11 Settembre 2015 - 17:05

    Gabriella Alletto, un po' di rimorso ce l'hai?

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    09 Settembre 2015 - 02:02

    Scattone stava svolgendo una ricerca scientifica: un omicidio perfetto, studiato da una mente diabolica. Lurido bastardo. Mai interdetto dall'insegnamento, particolare che la dice lunga su come funzione la nostra presunta giustizia. Oggi insegna, vergogna!

    Report

    Rispondi

    • Tiberio1

      11 Settembre 2015 - 15:03

      Ti sei inventato un commento pieno di sciocchezze calunniose e spero che Scattone o Ferraro ti querelino.

      Report

      Rispondi

  • er sola

    08 Settembre 2015 - 20:08

    In questo cazzo di paese per trovare lavoro bisogna essere assassini. Vedi la franzoni, erika e tanti altri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media