Cerca

Il caso

Padre accusato di abusi dai figli, dopo 10 anni la verità: "Tutto inventato"

Padre accusato di abusi dai figli, dopo 10 anni la verità: "Tutto inventato"

Lo avevano accusato di averli violentati. Una storia inventata che ha distrutto la vita del loro papà, Saverio, condannato a nove anni e due mesi di carcere. Allora erano solo due bambini di 9 e 12 anni ma ora Michele e Piergabriele, 21 e 24 anni non si danno pace: "Nostro padre è innocente, siamo stati costretti dalla mamma a raccontare quelle cose, tutte false", dicono al Giorno.

Una storia incredibile che si divide tra la Sardegna, dove la famiglia ha origine, e Brescia, città nella quale la coppia con i due bambini si trasferisce, fino alla separazione. "Da piccoli non ci mancava niente", racconta Piergabriele: "Quando i miei si sono separati, inizialmente siamo stati affidati a nostro padre: noi volevamo stare con lui. Ma poi mia madre lo ha denunciato per abusi e gli assistenti sociali ci hanno portato via, mettendoci in due comunità differenti".

Le accuse non riguardano solo il padre ma altri sei parenti, tutti accusati di violenze su minori e tutti assolti in primo grado per mancanza di riscontri. Contro Saverio, però, spiega l'avvocato Massimiliano Battagliola, "c'era il racconto dei bambini, che però ora dicono tutt'altro. La loro ritrattazione è a tutti gli effetti una nuova prova, considerandola insieme agli altri elementi emersi in primo e secondo grado come la perizia, che non stabilì nulla, le ricostruzioni delle violenze, che sarebbero avvenute all'aperto in un luogo pubblico ma senza nessuno che vide qualcosa, i presunti video girati e venduti per far soldi, anche se il padre non ne aveva". Ora Battagliola chiederà la revisione del processo. Intanto, Piergabriele lancia un appello: "Voglio giustizia per mio padre, ma anche per mio fratello e per me: ci è stata tolta l'infanzia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beatles14

    15 Settembre 2015 - 01:01

    certe donne andrebbero fucilate.

    Report

    Rispondi

  • zydeco

    14 Settembre 2015 - 20:08

    Oggi ci vuole poco per rovinare un uomo nel mondo del politically correct. Una prova in piu' di quanto vale la giustizia italiana. Ma tanto i magistrati che lo hanno condannato verranno promossi e faranno carriera. Caso Tortora docet.

    Report

    Rispondi

  • gescon

    14 Settembre 2015 - 15:03

    Caso evidente di madre puttana !

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    14 Settembre 2015 - 14:02

    È evidente che sia stata un analisi superficiale, ora chi lo ripaga ? E la giustizia cosa farà adesso ? Condannerà questa " signora " o tutto finirà a tara lucci e vino come spesso accade nella repubblica italica ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog