Cerca

Il killer è svanito nel nulla

Trani, fa da paciere a una rissa, ma viene accoltellato: 34enne morto

Fa da paciere a una rissa, ma viene accoltellato: 34enne morto a Trani

Parole pesanti, insulti. E poi calci, pugni e colpi di bottiglia: a Trani, ieri sera, è scoppiata una rissa tra una decina di ragazzi per motivi ancora oscuri. Un 34enne ha tentato di calmare gli animi ma è finito accoltellato a morte. Lui, Biagio Zanni era un giovane commercialista, colpito all'addome da due coltellate che hanno leso organi vitali. Soccorso e portato d’urgenza nell’ospedale di Trani da dove è stato poi trasferito al Bonomo di Andria, è morto questa mattina.

I carabinieri che indagano sulla vicenda coordinati dalla procura di Trani hanno ascoltato decine di persone e stanno controllando le immagini delle telecamere di sicurezza che si trovano nella zona. Al momento il killer non si trova. Il fattaccio è avvenuto in una delle zone più frequentate di Trani, piazza Quercia, vicino al mare. La rissa sarebbe iniziata, per motivi ancora da chiarire, verso l’una della notte scorsa, coinvolgendo una decina di persone. Un escalation di violenza: dalle parole si è passati ai calci e ai pugni e alcuni dei contendenti avrebbero cominciato a brandire bottiglie di vetro usate come armi. Zanni sarebbe intervenuto per cercare di placare gli animi finendo per trovarsi nel mezzo della rissa e venendo colpito da due coltellate da uno sconosciuto che si è poi dileguato. La vicenda ha sconvolto la città tanto che il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, ha annullato in segno di lutto tutte le manifestazioni previste oggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Angelalbert

    21 Settembre 2015 - 15:03

    Se quel deficiente si fosse fatto i fattacci suoi sarebbe ancora vivo, se l'è cercata, nessuna pietà. Se era veramente un commercialista si presume che avesse un quoziente intellettivo e un grado culturale superiore alla media, tanto bastava per tirare dritto e lasciare che ammazzassero fra di loro o almeno fare una telefonata ai Carabinieri o Polizia ma senza intervenire.

    Report

    Rispondi

blog