Cerca

Il processo

Omicidio Ceste, il pm ha chiesto la condanna per 30 anni contro il marito della vittima Michele Buoninconti

Elena Ceste

Dopo quattro ore di requisitoria in aula, il Pm di Asti Laura Deodato ha chiesto la condanna per 30 anni per Michele Buoninconti, accusato dell'omicidio della moglie Elena Ceste, la casalinga di Casitlgione d'Asti. La donna era scomparsa a gennaio 2014, quando fu lo stesso Buoninconti a lanciare l'allarme. Dopo nove mesi di ricerche, alle quali aveva partecipato anche l'uomo che nella vita fa il Vigile del Fuoco, il corpo della Ceste era stato ritrovato in un canale di scolo poco distante da casa. I risultati dell'autopsia sul corpo della donna avevano rilevato tracce di Dna del marito, verso il quale è stata formulata l'accusa pochi mesi dopo il ritrovamento del corpo. L'autopsia aveva poi chiarito che la Ceste era stata uccisa in un luogo diverso da quello del ritrovamento. Secondo gli inquirenti, Buoninconti avrebbe ucciso sua moglie in casa per poi trascinare il corpo poco distante per nasconderlo nel canale. Il processo a carico dell'uomo si svolge con rito abbreviato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog