Cerca

Pordenone

Svolta nell'omicidio dei fidanzati, indagato un commilitone

Giallo di Pordenone, l'omicida forse è in caserma

Svolta nelle indagini sul duplice omicidio dei fidanzati di Pordenone uccisi il 17 marzo scorso sul piazzale della palestra di pesistica che frequentavano: un giovane è stato iscritto nel registro degli indagati. Si tratterebbe di un commilitone di 26 anni del sottufficiale Trifone Ragone. L'uomo era già stato sentito dagli investigatori nei mesi scorsi. Secondo le ipotesi avrebbe agito da solo. Il movente del delitto però non è ancora chiaro.

La notifica dell'iscrizione nel registro degli indagati è stata decisa dalla magistratura per dare la possibilità al giovane di nominare i propri consulenti per accertamenti irripetibili sul caricatore recuperato dal laghetto nei giorni scorsi. Il Procuratore di Pordenone, Marco Martani, ha precisato che "l'inchiesta è in una fase molto delicata. Posso solo confermare che all'interessato è stato notificato il provvedimento e ha nominato un legale". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kufu

    25 Settembre 2015 - 14:02

    Che il commilitone fosse l'amante di lui?

    Report

    Rispondi

  • kufu

    25 Settembre 2015 - 14:02

    Che il commilitone fosse l'amante di lui?

    Report

    Rispondi

blog