Cerca

Incontri

Tre storie di economia a tavola all'Isao festival di Torino

Tre storie di economia a tavola all'Isao festival di Torino

A Isao festival 2015 a Torino, le Osterie di Pop economix, tre appuntamenti per approfondire storie di economia italiane e internazionali in modo informale a tavola. la filosofia dei tre appuntamenti  della sezione Percorsi tra Economia e Felicità di Isao Festival 2015 è sempre la stessa: la ricerca della felicità umana passa anche un piatto cucinato con cura, un buon bicchiere di vino e un incontro straordinario.

Gli appuntamenti - Ispirato dall’esperienza padovana delle Osterie Volanti, capaci di proporre confronti serrati e insieme leggeri su economia o letteratura tra due fette di salame e un bicchiere di prosecco, i tre appuntamenti le Osterie di Pop economix si celebrano in tre locali torinesi che hanno fatto della cura del pasto di metà giornata una scelta forte, anche imprenditoriale, e propongono tre incontri unici: la storia dell’Italia che cambia, raccontata dal suo ideatore Daniel Tarozzi mercoledì 30 settembre alle 12.30 a Le Putrelle di via Valperga Caluso; il progetto di podcasting tra giornalismo e teatro ideato da Publican e Pop Economix che svela il darck side della finanza globale a Barbagusto di via Belfiore, giovedì primo ottobre alle 12.30; la storia straordinaria dell’ex trader finanziario Luca Streri che ha lasciato la Ginevra delle banche d’affari per coordinare progetti di microcredito nel sud dell’India presso La Sartoria di via Sant’Anselmo, sabato 3 ottobre sempre alle 12.30.

Stile conviviale - Tre storie dell’economia che fa girare il mondo da assaporare e scoprire a tavola.Nessuna lezione, nessuna conferenza: solo un breve racconto, di qualche minuto, e poi spazio alle domande dei commensali, spazio al confronto di idee e di speranze, di storie che emergono e incrociano la storia principale. Uno stile conviviale, per un piccolo gruppo di persone (una ventina i posti disponibili). Ciascuno paga il piccolo prezzo proposto da Le Putrelle, Barbagusto e La Sartoria (intorno ai 10 euro, prezzi pop e alta qualità, come per tutti gli avventori, tutti i giorni) e si regala una storia, un dialogo, un incontro. Magari anche qualche pensiero in più da digerire con calma. Magari anche qualche speranza in più.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog