Cerca

Il caso

Volkswagen, ecco come si truccavano i test

5
Volkswagen, ecco come si truccavano i test

Adesso si scopre che tutti o molti sapevano che i test Nedc ( (New europan driving cicle,) venivano regolarmente aggirati. Ma a tutti, come sottolinea il Giorno, faceva comodo tacere. Far finta di nulla perché le auto risultassero più prestanti e performanti di quanto non lo fossero.  I trucchi? Erano almeno nove. Ed erano tollerati anche da chi adesso si strappa le vesti. Il primo era quello di alleggerire la vettura, poi si agiva sull'acceleratura e sui freni, si testava la vettura a temperature altissime. E poi si usavano lubrificanti speciali, si sigillavano con nastri adesivo di parabrezza e finestrini per ridurre l’attrito. Questi trucchetti consentivano di migliorare i test – di un 20-35%.  E' così che i test sono stati facilmente aggirati. Ma a molti, non solo al marchio tedesco, faceva comodo in nome delle vendite, tacere. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tickum

    27 Settembre 2015 - 14:02

    La storia si ripete. Gli Stati hanno sempre fatto le loro nefandezze "senza esagerare" per non essere scoperti ed additati. Eccetto la Germania.

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    27 Settembre 2015 - 13:01

    Mentre a noi comuni mortali, ci obbligano a fare per legge i controlli delle caldaie a gas e dei condizionatori!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • contenextus

    27 Settembre 2015 - 11:11

    Furbi ad ogni costo. Dovrebbero, invece, dotare le auto di un misuratore esattissimo dei litri di carburante nl serbatoio dei litri di ogni rifornimento.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media