Cerca

Dal 13 novembre

Papa Francesco esce con un cd rock

Papa Francesco esce con un cd rock

Ovazioni, folle in delirio, milioni di followers su Twitter, gadget di ogni genere: papa Francesco viene trattato come una popstar. E il passo per diventare una rockstar era breve. Quel passo è stato compiuto e il 13 novembre uscirà un disco, forse il primo di una lunga serie, un album dal titolo Pope Francis: Wake Up!, ossia «Papa Francesco: svegliatevi», album musicale con le sue parole e preghiere. Insomma, sdoganato anche il rock, che da musica del demonio si è trasformato in leitmotive per accompagnare preghiere. Del resto, Madonna dal palco del suo concerto di Filadelfia ha «consacrato» il Pontefice dal punto di vista musicale, dedicandogli la canzone «La vie en rose». «Le regole sono per gli stupidi», ha detto Madonna al pubblico, «ecco perché mi piace il nuovo Papa. Sembra che abbia una mentalità aperta».


Non stupisce più di tanto, quindi, la notizia di un disco del Papa, confermata attraverso un comunicato stampa ufficiale, con scaletta degli undici brani dell' album, e con la diffusione in esclusiva streaming sul sito americano del giornale Rolling Stone (la «bibbia del rock») della prima canzone, intitolata appunto «Wake Up! Go Go!». In realtà, non è la prima volta che escono dischi «firmati» da Pontefici: lo ha fatto Giovanni Paolo II, precursore anche in questo campo, e persino Benedetto XVI. A curare le iniziative precedenti, come questa nuova, è il vulcanico e creativo direttore artistico don Giulio Neroni. Ma, in questo caso, si è seguita una strategia promozionale degna appunto dello star system: annuncio a sorpresa dell' album; il titolo decisamente rock; il singolo concesso in anteprima streaming; la preordinazione su iTunes. E poi c' è l' inedita, questa sì, scelta musicale, appunto quella di una musica rockeggiante, almeno da quel che appare dalle prime informazioni e da quel che si ascolta nel primo singolo, con tanto di «variante progressive», come hanno scritto alcuni esperti.


Il disco presenta una serie di brani strumentali inediti, rielaborazioni di inni sacri della tradizione cristiana a opera di diversi musicisti (tra cui Tony Pagliuca, storico componente della band delle Orme). Faranno da accompagnamento e cornice sonora a frammenti di discorsi del Pontefice, pronunciati in diverse occasioni, apartire dal giorno della sua elezione, il 13 marzo 2013, e provenienti dall' archivio di Radio Vaticana. Un collage tra musica e parole, antichi canti e lunghe schitarrate elettriche. Parte dei proventi ricavati dalle vendite di Wake up! sarà destinata ad un fondo di sostegno per i rifugiati. Distribuito da Believe Digital, su licenza di Multimedia San Paolo, il disco presenta brani ispirati dalla musica latina al gregoriano, mettendo insieme dunque la musica contemporanea con quella della tradizione. I discorsi del Papa contenuti del cd fanno riferimento alla pace, al lavoro, alla dignità, all' attenzione ai bisognosi e agli ultimi. Il Papa parla in italiano, spagnolo, inglese e portoghese.
Come già accennato, papa Francesco non è il primo Pontefice a cimentarsi in pubblicazioni discografiche, che hanno ottenuto molto successo. 


Giovanni Paolo II ha esordito nel 1999 con Abbà Pater (omelie e preghiere con composizioni sinfoniche originali), mentre Benedetto XVI, nel 2009, ha pubblicato Alma Mater-Music from the Vatican , che presentava musica sacra moderna con preghiere, litanie e canti mariani. Dal 13 novembre Si intitola «Pope Francis: Wake Up!». Grande la campagna promozionale: un brano in anteprima su «Rolling Stone». I testi delle canzoni tratti dai discorsi del ponteficeE come una vera popstar esce con un album rock La copertina dell' album.

Caterina Maniaci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog