Cerca

Toto-Papa

E sei il nuovo Papa fosse "rosso"?
Si chiama Marx e ha scritto "Il Capitale"

E sei il nuovo Papa fosse "rosso"?
Si chiama Marx e ha scritto "Il Capitale"

Il nuovo Papa sarà bianco, di colore oppure rosso? A chiederselo sono in tanti. Una cosa è certa le sfide del Pontefice che dovrà sostituire Ratzinger saranno: contraccezione, ruolo della donna e coppie omosessuali. Benedetto XVI, se si potesse fare un paragone politico, è stato sempre visto come un Pontefice conservatore. Di destra. Ma con il toto-Papa si aprono nuovi orizzonti. Nuove figure pronte a salire sul Soglio di Pietro. Una viene dalla stessa terra di Ratzinger e si chiama...Marx, Reihnard Marx. Il cognome già inquieta gli ambienti vaticani. Karl Marx diciamo che non è molto amato tra le stanze e le navate di San Pietro. Ma il Cardinal Reihnard Marx comunque cerca da tempo di emulare il vate dei comunisti. Reihnard Marx ha scritto un libro, pubblicato in Italia da Rizzoli nel 2009, dal titolo: “Il capitale, una critica cristiana alle ragioni del mercato”. Anche il Cardinal Marx dunque ha il suo "Capitale". Lui è Cardinale di Monaco di Baviera e presidente della Conferenza episcopale tedesca, ma è stato anche arcivescovo di Treviri. Città natale del barbuto comunista... Non sono solo coincidenze. Il tutto assume toni inquietanti se si pensa che tra i papabili c'è anche monsignor Gianfranco Ravasi, volto noto in tv e firma di Repubblica. E' il pupillo di Barbapapà Eugenio Scalfari, vuoi vedere che ci scappa la sorpresa?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Marcoenrico

    14 Febbraio 2013 - 11:11

    Il noto Karl Heinrich Marx era figlio di Hershel Mordechai che per fare l'avvocato, attività vietata agli ebrei, si convertì al protestantesimo assumendo il nominativo di Heinrich Marx. La scelta del cognome era devolta al funzionario dell'anagrafe che assegnava un cognome "tedesco" di propria iniziativa. Quindi al padre di Marx fu assegnato un cognome tedesco in quanto Mordechai è un nome in ebraico, ossia "figlio di". Pertanto nessuna parentela fra il padre del comunismo ed il cardinale. Per buona sorte del cardinale, ovviamente. In tempi moderni l'unico vescovo o cardinale di origine ebraica noto era un francese nella seconda metà del XX secolo. Ma temo che ora sia sceso nella valle delle ombre.

    Report

    Rispondi

  • ciprino

    13 Febbraio 2013 - 21:09

    e a Cesare non date più niente. Ha avuto abbastanza in questi duemila anni. Anzi troppo. Anzi tutto. Saluti

    Report

    Rispondi

  • maurizio52

    13 Febbraio 2013 - 21:09

    ma chi sei tu per dover sconvolgere i Comandamenti di Dio? Forse sei gay, ateo,e pure ignorante sul Catechismo della Chiesa Cattolica,LEGGILO!Prima di giudicare pensa ai tuoi peccati,sono certo che ne hai parecchi come tutti.Perchè non vai a dire ad un mussulmano di sconvolgere il Corano.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    13 Febbraio 2013 - 20:08

    Mi pare che dirlo un'altra volta, quel non volere donne prete, sia ampiamente inutile. È già stato detto, spiegato, fatto capire, sviscerato, enunciato, proclamato tutto il motivo necessario e imperativo. Se lei non capisce è davvero inutile! Lei lo sta dimostrando

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog