Cerca

Veleni a Torino

Andrea Agnelli, corna e maxi buonuscita: nello Juventus gate spunta Lapo Elkann

Andrea Agnelli, corna e maxi buonuscita: nello Juventus gate spunta Lapo Elkann

Juventus-gate: nello scandalo che ha travolto la famiglia Angeli e la società bianconera, spunta Lapo Elkann. Vediamo come.

Secondo i gossip, Andrea Agnelli, presidente della Juve, si separa dalla moglie Emma Winter, perché invaghito della moglie di un top manager della Juventus, Francesco Calvo. Dopodiché Jaki Elkann attacca il cugino Andrea perché a causa dei suoi "errori" la società ha pagato una maxi buonuscita a Calvo. Oggi Dagospia, il più informato di tutti sulla questione, aggiunge un ulteriore tassello. "Sfilare il giocattolo Juventus ad Andrea Agnelli, sulle ali del sexgate bianconero? Beh, qualcuno a Torino ci ha pensato, nella vasta famiglia dell’Avvocato, anche se i tempi al momento non sembrano maturi", scrive il sito di Roberto D'Agostino.

"Eppure se ne parla di nuovo", aggiunge Dago, "perché il rumor non è nuovo: girava già con una certa insistenza nella scorsa primavera e tutte le chiacchiere portavano ai fratelli Elkann, intesi come John e Lapo. I due fratelli, si diceva, non vedevano di buon occhio l’inatteso protagonismo del cugino. E poi si sa che Lapo smania per avere un ruolo nella società bianconera".

Poi Dagospia frena: anche se lo scandalo delle presunte corna con la bella Deniz, moglie di origini turche di Francesco Calvo, ex direttore marketing della Juve passato a lavorare a Barcellona, ha messo in imbarazzo Andrea Agnelli, pare che la posizione del presidente della Juve resti solida. Una fonte vicina alla famiglia - si legge nel sito di D'Agostino - fa notare che a fine maggio la “Giovanni Agnelli & C.” ha indicato per il cda di Exor, che controlla la Juventus, proprio Andrea Agnelli. Un segno inequivocabile di grande stima. E all’epoca, si mormorava già della “liaison dangereuse” con la bella Deniz.

Ma il gossip impazza. Chi, il settimanale diretto da Alfonso Signorini, ha recuperato dai cassetti alcuni scatti dello scorso maggio che immortalano il presidente mentre, sorridente e rilassato, beve un drink insieme a Deniz Akalin, raggiunto solo in un secondo momento anche dal marito di lei. E Dago rivela la cifra che i soci della squadra avrebbero pagato per liquidare Calvo, ora impiegato al Barcellona: 2 milioni di euro. Un esborso che Jaki Elkann non avrebbe mandato giù e che sarebbe la causa alla base della frattura tra i due: il morigerato figlio di Margherita Agnelli non intende per nessun motivo coprire il cugino che mescola gli affari professionali con le questioni di cuore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • contenextus

    01 Ottobre 2015 - 19:07

    Un bel vaffanculo a tutti.

    Report

    Rispondi

blog