Cerca

Processo a Milano

Parla Stefano Savi, la vittima della "coppia dell'acido": "Non studio più, sono quasi cieco"

Parla Stefano Savi, la vittima della

Ci sono problemi e problemi. Mentre insigni commentatori e giuristi disquisiscono sul fatto se la "coppia dell'acido" di Milano possa o meno tenere il figlio che Martina Levato ha partorito qualche settimana fa, al processo ieri ha parlato in qualità di testimone Stefano Savi, 25 anni, il ragazzo (vittima, secondo la procura, di uno scambio di persona) che è stato sfigurato dalla Levato e da Alexander Boettcher. Cappellino da baseball in testa, il volto testimone delle ustioni e dei dodici interventi di chirurgia plastica subiti per ricostruire pelle e lineamenti, il povero Stefano ha raccontato il suo calvario: "La mia vita è cambiata in un attimo, quel giorno. oggi non studio più perchè non ci vedo quasi più. Con un occhio non vedo nulla e con l'altro vedo poco e ho subito 12 trapianti di pelle". Parole drammatiche, alle quali si sono aggiunte quelle del padre del ragazzo: "Nelle ore successive all'aggressione, le pupille di Stefano erano praticamente sparite". Eh si, ci sono problemi e problemi...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog