Cerca

Dopo gli esposti di FdI e M5S

La procura di Roma apre un fascicolo sulle spese di Ignazio Marino

La procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine , per ora senza ipotesì di reato nè iscrizioni, sulle spese del sindaco di Roma Ignazio Marino. La decisione della magistratura è stata presa dopo gli esposti presentati in merito dai Fratelli d'Italia e dal Movimento 5 Stelle nei quali si ipotizza il reato di peculato. A corredo degli esposti sono state depositate in tribunale alcune ricevute di spese ritenute sospette dai denuncianti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    07 Ottobre 2015 - 17:05

    Finirà tutto quanto a vino a taralli.Il mentecatto rimarrà ancora al suo posto e le elezioni saranno solo un lontano ricordo.Lo avete votato?Cari romani sono solo cavoli vostri.La prossima volta,sempre che ci sarà UNA prossima volta vi farete più furbi.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    06 Ottobre 2015 - 19:07

    E che si vuole dimostrare? Purtroppo tutto passerà in cavalleria, spese di rappresentanza, spese per raduni politici e altre buffonate...L'uomo sarà censurato ma rimarrà impunibile (come tanti suoi esimi predecessori). Ma intanto, l'uomo "onesto" continua, nonostante la palese incapacità, a rivestire il ruolo di Sindaco e tutto solo perchè Renzi ha paura delle elezioni...Evviva la democrazia.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    06 Ottobre 2015 - 17:05

    ...finalmente è passato il TORPORE ESTIVO..

    Report

    Rispondi

blog