Cerca

Rivelazione

Rapimento Moro e strage alla stazione di Bologna, un documento rivela l'esistenza di un accordo coi terroristi palestinesi

Rapimento Moro e strage alla stazione di Bologna, un documento rivela l'esistenza di un accordo coi terroristi palestinesi

Il Lodo Moro è esistito, lo rivela un documento da poco desecretato. L'accordo, stipulato negli anni '70, prevedeva che i palestinesi potessero trasportare armi nel nostro Paese in cambio dell'immunità dagli attentati. Il Giorno rivela l'esistenza di un messaggio cifrato inviato dal colonnello Stefano Giovannone il 17 febbraio 1978 dal Libano ai suoi superiori in Italia. Al termine di un incontro con George Habbash, leader del Fronte popolare per la liberazione della Palestina, Giovannone parla di un'imminente "operazione terroristica di notevole portata programmata asseritamente da terroristi europei, che potrebbe coinvolgere il nostro Paese - continua il colonnello - a mie reiterate insistenze per avere maggiori dettagli, Habbash mi ha assicurato che l'Fplp opererà in attuazione confermati impegni miranti escludere nostro Paese da piani terroristici". Questi "confermati impegni" per "escludere il nostro Paese da piani terroristici". È un caso se un mese dopo Aldo Moro verrà rapito e successivamente ucciso?
La scoperta, effettuata da Enzo Raisi, ex deputato bolognese di An-Fli, riapre l'ipotesi della pista palestinese per la strage alla stazione di Bologna, per la quale sono già stati condannati in via definitiva tre neofascisti. Ora però sembra meno improbabile leggere l'attentato come una ritorsione contro l'Italia, che poco prima aveva arrestato Abu Saleh, uno dei capi del fronte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    09 Ottobre 2015 - 13:01

    Dietro a tutto questo non mi meraviglierei che ci fosse stato il PCI/PDS/DS/Pd-dc...A fronte dell'immediata definizione di matrice fascista strombazzata incessantemente per quasi 40 anni.

    Report

    Rispondi

    • ramadan

      09 Ottobre 2015 - 21:09

      e l'america dove la metti ? tutto sommato il pci-pds-ecc non avevano interesse; per loro stava andando bene e la CIA queste cose non poteva sopportarle. d'altronde la politica dell'america è stata sempre quella anche oggi .vedi iraq, libia, siria

      Report

      Rispondi

  • bettely1313

    09 Ottobre 2015 - 13:01

    le Istituzioni lo sapevano che dietro la strage di Bologna c'erano i palestinesi perché il governo Moro era ricattato proprio dai palestinesi per via del sequestro di missili dell'OLP e la carcerazione di alcuni dell'OLP per l'attentato di Fiumicino nel 1973. C'è ancora da capire se la strage è stato un incidente di percorso nel trasportare l'esplosivo, oppure l'attentato dovesse farsi a Bologna.

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    09 Ottobre 2015 - 12:12

    Dopo tanti anni non si è ancora capito nulla?Un pò di ...intelligence ci vuole

    Report

    Rispondi

  • jackwarner

    08 Ottobre 2015 - 19:07

    No ,il palestinese che e' saltato in aria a Bologna di cui e' rimasta una parte di gamba,di cui nessuno mai si e' occupato ,stava portando esplosivi in Germania.Israele se non erro aveva gia' fornito in via ufficiosa questa versione,I magistrati sinistri di nome e di fatto hanno sempre negato questa versione. Accettarla voleva dire fare piazza pulita della politica filoaraba governativa di sempre.

    Report

    Rispondi

    • ramadan

      08 Ottobre 2015 - 20:08

      ma secondo voi la CIA non ha nulla a che vedere ? non vi sembra strano che ci siano, piazza fontana, brescia, bologna, moro, ogni volta che c'è una svolta o avvicinamento a sinistra? mi pare che l'intelligence americana abbia responsabilità in diverse parti del mondo; poi diamo colpa ai palestinesi?

      Report

      Rispondi

      • bettely1313

        09 Ottobre 2015 - 16:04

        piazza Fontana è da escludere la Cia perché quasi sicuramente l'attentato alla banca dell'Agricoltura è da attribuire ai sessantottini freschi rivoluzionari estremisti sul nascere, ancora non organizzati ma con velleità di attaccare il potere economico, causa per loro di tanti mali in Italia. Poi nel 1970 si diedero una identità ben precisa ovvero le BR per attaccare tutto il sistema politico.

        Report

        Rispondi

Mostra più commenti

blog